Egitto, la Patrick Zaky deve restare in carcere: il Tribunale proroga di altri 45 giorni la detenzione

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 27 Lug. 2020 alle 08:21 Aggiornato il 27 Lug. 2020 alle 15:24
1.7k
Immagine di copertina

Patrick Zaky, oggi la sentenza del Tribunale penale sulla scarcerazione

Per i giudici egiziani Patrick Zacky deve restare in carcere: la custodia cautelare dell’attivista 28enne – ricercatore dell’Università di Bologna – è stata infatti prorogata per altri 45 giorni. Lo ha riferito all’agenzia di stampa Ansa una sua legale, Hoda Nasrallahda. Zaki è in carcere in Egitto da oltre cinque mesi con l’accusa di propaganda sovversiva.

Ieri, per la prima volta da marzo, il ricercatore è comparso in un’udienza sul ricorso presentato dai suoi avvocati contro la detenzione. Zaky è stato arrestato il 7 febbraio scorso ed è detenuto nel carcere di Tora.

“Per la prima volta dal 7 marzo – hanno raccontato ieri gli attivisti della pagina Facebook “Patrick Libero” –  Patrick è stato trasferito alla sua udienza per il rinnovo della detenzione davanti al Tribunale penale. Gli è stato permesso di comparire davanti ai giudici in presenza dei suoi avvocati”. Quello del trasferimento era stato definito dagli attivisti “un buon passo in quanto finalmente i suoi avvocati hanno potuto vederlo, anche se molto brevemente”. Soddisfatto anche il portavoce di Amnesty International Italia Riccardo Noury, che ha parlato di “una sorpresa”: “Era previsto che la detenzione durasse altri 45 giorni però in mezzo a quei 45 giorni poteva accadere ogni cosa. Quindi è un fatto positivo”. Oggi invece è arrivata la decisione della proroga ulteriore della carcerazione.

Zaky non incontrava la famiglia e i suoi legali da inizio marzo, quando è stata stabilita la sospensione delle visite in carcere a causa della pandemia da Coronavirus. Ai suoi avvocati è apparso in buona salute ma molto dimagrito. Sono ormai passati cinque mesi da quel 7 febbraio 2020, giorno in cui il 28enne ricercatore egiziano è stato arrestato all’aeroporto del Cairo ed è stato posto in detenzione preventiva in attesa di ulteriori indagini. Il provvedimento, tuttavia, è stato più volte prorogato. Il 5 marzo scorso, poi, il trasferimento nella prigione di Tora, al Cairo.

Leggi anche“Mi mancate, sto bene e un giorno tornerò libero”: Patrick Zaky dal carcere scrive alla famigliaRegeni, cosa è emerso davvero dall’audizione di Conte: a TPI parlano i membri della Commissione / 2. Regeni, documenti e oggetti di Giulio in mano agli inquirenti italiani / 3. Cecilia Strada a TPI: “Vendere armi all’Egitto vuol dire sostenere torture e uccisioni come quella di Regeni”

4. Egitto, liberato studente americano dopo 16 mesi di detenzione. Amnesty: “Conte agisca per Zaky” / 5. Patrick Zaky compie 29 anni, il commovente augurio della compagna di corso: “Ti vogliamo libero” / 6. Cos’è Tora, il carcere di massima sicurezza dove è detenuto Patrick Zaky

1.7k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.