Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 21:59
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

La parodia dei Simpson che mette in ridicolo Donald Trump

Immagine di copertina

I personaggi della famosa serie animata sono protagonisti di uno sketch in cui si immagina come reagirebbe il candidato repubblicano in caso di crisi mondiale

I Simpson si aggiungono alla lunga lista di persone o personaggi immaginari che negli ultimi mesi hanno manifestato la propria scarsa simpatia di uno dei due candidati alla Casa Bianca, ovvero il milionario newyorchese Donald Trump.
In particolare, le figure gialle create da Matt Groening sono state recentemente protagoniste di uno sketch di due minuti che è la parodia in versione cartoon di uno spot elettorale diffuso nel 2008 da Hillary Clinton, quando sfidava Barack Obama alle primarie (poi perse) del Partito Democratico.

Nello spot di otto anni fa, si vedevano alcuni bambini dormire sereni nei loro letti di varie case d’America, e una voce narrante che informava “Sono le tre del mattino. I tuoi bambini dormono tranquilli, ma in questo stesso momento c’è un telefono che squilla alla Casa Bianca: è successo qualcosa nel mondo. Il tuo voto deciderà chi risponderà a quel telefono”, continuando con l’elencare i motivi per cui una figura d’esperienza come Clinton sarebbe stata più adatta a rispondere alla chiamata.

Nella versione dei Simpson, sono sempre le tre del mattino, un telefono squilla, e vengono mostrate le due possibili reazioni nel caso sia Hillary o Trump a vincere le elezioni: nel primo caso, si vede Bill Clinton in pigiama rispondere per abitudine al telefono sul comodino vicino al letto, prima di rendersi conto che non è più lui il presidente, e che la chiamata è per sua moglie.

Nel caso di Trump, invece, lo vediamo impegnato a offendere i suoi nemici politici via Twitter con, in bella vista sul letto, un libro intitolato “I migliori discorsi di Adolf Hitler”, e troppo concentrato sulla sua routine di “bellezza” per rispondere alla chiamata d’emergenza. Durante la sua preparazione, infatti, a Trump viene messo un cane in testa (il che spiega i suoi capelli) e gli viene spruzzata una vernice gialla in faccia per assumere il suo caratteristico colorito.

Questo il video dei Simpson:

E questo quello originale per la campagna elettorale di Hillary Clinton del 2008:

Ti potrebbe interessare
Esteri / Morto Colin Powell, primo afroamericano a ricoprire il ruolo di segretario di Stato Usa
Esteri / La crisi climatica colpisce Gaza: il territorio palestinese rimarrà senza olio
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Ti potrebbe interessare
Esteri / Morto Colin Powell, primo afroamericano a ricoprire il ruolo di segretario di Stato Usa
Esteri / La crisi climatica colpisce Gaza: il territorio palestinese rimarrà senza olio
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Buckingham Palace e la Torre di Londra potrebbero finire in fondo al mare: lo studio
Esteri / Dall’Austria all’Etiopia: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Farnesina, gioco delle coppie all’ambasciata in Russia: parentopoli all’italiana
Esteri / Sei vegano? Nel Regno Unito puoi esimerti dal vaccino anti-Covid: “È come una fede religiosa”
Esteri / La regina Elisabetta come Greta: "I leader parlano di ambiente, ma non fanno niente"