Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

La Palestina vuole far sospendere Israele dalla Fifa

Immagine di copertina

La federcalcio palestinese ha accusato Israele di discriminare i propri calciatori: per questa ragione vorrebbe farlo sospendere dalla Fifa

L’associazione calcistica palestinese ha chiesto che Israele venga sospeso dalla Fifa, la federazione calcistica internazionale.

La richiesta è dovuta all’accusa rivolta alla federcalcio israeliana di discriminare i calciatori palestinesi nei territori occupati e di usare le proprie forze di sicurezza per interferire e compiere atti di violenza durante le partite del campionato di calcio palestinese.

La questione sarà portata il 29 maggio al congresso della Fifa a Zurigo, in Svizzera, e secondo il presidente dell’associazione calcistica palestinese, Jibril Rajoub, si potrebbe procedere in quell’occasione con un voto per la sospensione di Israele dalla federazione internazionale.

Il presidente della Fifa, lo svizzero Sepp Blatter, secondo quanto riportato dal quotidiano britannico The Guardian vorrebbe trovare un compromesso che porti a evitare il voto. Lo stesso Blatter si è recato martedì scorso a Gerusalemme per alcuni colloqui con il premier israeliano Benyamin Netanyahu.

La sospensione è una delle sanzioni più gravi che la Fifa possa imporre nei confronti di una federazione nazionale, e comporterebbe la squalifica di tutti i club e le rappresentative di Israele dalle competizioni internazionali.

Fino a oggi, gli unici due Paesi a essere stati sospesi dalla Fifa per ragioni simili sono stati il Sudafrica – durante l’apartheid – e la Iugoslavia.

Ofer Eini, presidente della federazione calcistica israeliana, ha difeso le relazioni con il mondo del calcio palestinese e ha insistito sul fatto che Israele non ha violato alcuna legge o regola e che sostiene e continuerà a sostenere il calcio palestinese.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Sorelline rapite dal padre: ritrovato in fondo al mare il corpo di Olivia. Si cerca l'altra bambina
Esteri / Cameraman corre più veloce di tutti gli atleti e vince i 100 metri: il video è virale
Esteri / La balena inghiottisce il pescatore: l’uomo si salva per un colpo di tosse
Ti potrebbe interessare
Esteri / Sorelline rapite dal padre: ritrovato in fondo al mare il corpo di Olivia. Si cerca l'altra bambina
Esteri / Cameraman corre più veloce di tutti gli atleti e vince i 100 metri: il video è virale
Esteri / La balena inghiottisce il pescatore: l’uomo si salva per un colpo di tosse
Esteri / La morte di George Floyd e la pandemia da Covid-19: le storie che hanno vinto i premi Pulitzer del 2021
Esteri / L’Iran espelle una suora italiana
Esteri / Tensione fra Italia ed Emirati Arabi: a rischio la base strategica in Medio Oriente
Esteri / Perù: procuratore chiede l’arresto di Keiko Fujimori, candidata della destra alle recenti elezioni
Esteri / Putin protesta, l'Uefa ordina all'Ucraina di cambiare la maglia "politica"
Esteri / Usa, una canna di marijuana gratis a chi si fa il vaccino anti-Covid
Esteri / “Senza pace non c’è calcio”: in Colombia la protesta contro il governo arriva fuori dagli stadi