Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 14:44
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Gerusalemme capitale: veto degli Usa sulla risoluzione Onu per respingere la decisione di Trump

Immagine di copertina

Il premier israeliano Benjamin Netanyahu ha ringraziato su Twitter l'ambasciatrice Haley e gli Stati Uniti per aver posto il veto: “Hai acceso una candela di verità”

Gli Stati Uniti hanno posto il veto su una bozza di risoluzione del Consiglio di sicurezza dell’Onu che mirava a respingere la decisione del presidente Usa, Donald Trump, di riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Il testo per revocare ogni decisione unilaterale, proposto dall’Egitto, ha ottenuto l’appoggio di 14 paesi. Solo gli Usa hanno esercitato il potere di veto di cui hanno diritto in quanto stato membro permanente delle Nazioni Unite.

Tutti i paesi occidentali che hanno votato si sono schierati contro la decisione di Donald Trump. “Un insulto e un affronto che non dimenticheremo”, secondo l’ambasciatrice statunitense alle Nazioni Unite Nikki Haley.

Il premier israeliano Benjamin Netanyahu ha ringraziato su Twitter l’ambasciatrice Haley e gli Stati Uniti per aver posto il veto: “Grazie, ambasciatrice Haley. Hai acceso una candela di verità. Hai cacciato l’oscurità. Una persona sola ne ha sconfitte tante. La verità ha sconfitto le bugie. Grazie, presidente Trump. Grazie, Nikki Haley”.

Secondo il documento votato dal Consiglio di sicurezza Onu, ogni mutamento dello status di Gerusalemme è privo di effetti legali e deve essere respinto.

Secondo quanto si legge nel documento, quella di Gerusalemme è una questione “che deve essere risolta mediante negoziati”.

Inoltre, come si apprende sempre dal testo della proposta,“tutte le decisioni e le azioni che hanno lo scopo di modificare lo status o la composizione demografica di Gerusalemme sono prive di effetti legali, nulle e devono essere respinte”.

L’ambasciatore israeliano all’Onu, Danny Danon, aveva tempestivamente dichiarato che non ci sarebbe stato alcun voto delle Nazioni Unite sulla proposta egiziana per Gerusalemme. Secondo Danon, la città “è la capitale di Israele e nessun voto o dibattito cambierà questa evidente realtà”.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Tragedia in Svizzera: investe e uccide il figlio di 14 mesi facendo manovra con il Suv
Esteri / Camion contro parata gay pride in Florida: un morto. "Attacco terroristico alla comunità Lgbt"
Esteri / “Se l’Europa vuole tenere testa a Usa, Russia e Cina deve dotarsi del Nucleare”: il realismo preventivo di Massimo Fini
Ti potrebbe interessare
Esteri / Tragedia in Svizzera: investe e uccide il figlio di 14 mesi facendo manovra con il Suv
Esteri / Camion contro parata gay pride in Florida: un morto. "Attacco terroristico alla comunità Lgbt"
Esteri / “Se l’Europa vuole tenere testa a Usa, Russia e Cina deve dotarsi del Nucleare”: il realismo preventivo di Massimo Fini
Esteri / Quali sono i Paesi in Europa che hanno già tolto l'obbligo
Esteri / Vaccino unico per Covid e influenza: il via già in autunno
Esteri / Usa, la sfida dei vescovi cattolici: approvato documento per vietare la comunione a Biden
Esteri / Iran, vince al primo turno l'ultraconservatore Ebrahim Raisi
Esteri / Biden attacca giornalista della Cnn: “Ma che diavolo dice? Ha sbagliato lavoro”
Esteri / Hong Kong, dopo il blitz vanno a ruba le 500mila copie dell’Apple Daily: edicole prese d’assalto
Esteri / L’Iran elegge il nuovo presidente: conservatori pronti a tornare al potere