Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 17:33
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

L’ebola non finisce più

Immagine di copertina

Solo ieri l'Organizzazione mondiale della sanità aveva dichiarato che anche in Liberia l'ebola era stata debellata. Ora un nuovo caso è emerso in Sierra Leone

Una persona in Sierra Leone è morta a causa dell’ebola poche ore dopo che l’Organizzazione mondiale della sanità aveva ufficialmente annunciato la fine della diffusione del virus in Africa occidentale.

Lo scorso 7 novembre la Sierra Leone aveva debellato definitivamente l’ebola e in tutta la regione dell’Africa occidentale si era ulteriormente abbassato il livello d’emergenza dovuto alla diffusione del virus quando ieri, giovedì 14 gennaio 2016, l’Oms ha annunciato che anche in Liberia l’ebola sembrava essere debellata.

Ora i test su una persona che è morta nel corso della settimana in Sierra Leone sono risultati positivi. La persona veniva dalla città di Kambia, nel nord del paese, vicino al confine con la Guinea.

Quasi 4mila persone sono morte a causa dell’ebola in Sierra Leone e 11mila complessivamente in Africa occidentale dal dicembre del 2013.

Per far sì che un paese venga considerato libero dalla trasmissione del virus da individuo a individuo devono passare almeno due periodi di incubazione di 21 giorni ciascuno, a partire dall’ultimo caso risultato negativo per la seconda volta.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Dalla Polonia al Brasile: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Regno Unito, la regina Elisabetta II ha trascorso la notte in ospedale: è la prima volta in 8 anni
Esteri / Ecco come Amazon trucca i risultati di ricerca per favorire i propri brand e schiacciare le piccole imprese
Ti potrebbe interessare
Esteri / Dalla Polonia al Brasile: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Regno Unito, la regina Elisabetta II ha trascorso la notte in ospedale: è la prima volta in 8 anni
Esteri / Ecco come Amazon trucca i risultati di ricerca per favorire i propri brand e schiacciare le piccole imprese
Esteri / Il business militare di Amazon con Israele rischia di reprimere i palestinesi: vi sveliamo come
Esteri / “Una persona è vecchia quando si sente tale”: la regina Elisabetta rifiuta il premio “Anziani dell’anno”
Esteri / Facebook cambierà nome: presto l’annuncio ufficiale
Esteri / Le femministe fanno causa a Miss France: “Spettacolo sessista e discriminatorio”
Esteri / Regno Unito, torna a fare paura il Covid: oltre 200 morti al giorno e 43mila casi. Sotto osservazione nuova mutazione
Esteri / Caso Polonia, Von der Leyen: “Sentenza della corte polacca è sfida all’Ue”. Morawiecki: “No a ricatti”
Esteri / Morto Colin Powell, primo afroamericano a ricoprire il ruolo di segretario di Stato Usa