Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 09:39
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

L’Isis ha pubblicato una nuova registrazione audio di al-Baghdadi

Immagine di copertina

Non è ancora chiaro quando sia stato registrato il messaggio. La notizia mette in dubbio la presunta morte del leader del sedicente Stato islamico:

L’Isis ha pubblicato una registrazione audio del proprio leader Abu Bakr Al-Baghdadi. A riportarlo è stata l’agenzia di stampa Reuters, che cita il network al-Furqan, un’organizzazione legata al gruppo jihadista.

L’al-Furqan Media Foundation è l’organizzazione che controlla l’intera produzione editoriale dell’Isis, come la rivista Dabiq.

L’audio dura almeno 46 minuti, ma non è chiaro quando sia stato registrato. Nell’audio pubblicato da al-Furqan, al-Baghdadi fa riferimento alle minacce della Corea del Nord nei confronti di Giappone e Stati Uniti, potrebbe dunque risalire al 2017.

L’ultima registrazione audio del leader del sedicente Stato Islamico risale invece al novembre 2016, due settimane dopo l’inizio della battaglia di Mosul. In quell’occasione, al-Baghdadi aveva esortato i propri seguaci a combattere i “miscredenti” e a “far scorrere il loro sangue a fiumi”.

La pubblicazione di questa registrazione mette comunque in dubbio gli annunci riguardo la morte di al-Baghdadi.

Il 22 giugno 2017 il ministero della Difesa russo aveva dato quasi per certa la notizia, confermata in un secondo momento dall’Osservatorio siriano per i diritti umani. Fonti del Pentagono invece avevano messo in dubbio la morte del terrorista iracheno, sostenendo che non ci fosse abbastanza prove riguardo la sua scomparsa.

Fonti dell’antiterrorismo sotto il controllo del governo regionale del Kurdistan iracheno avevano invece smentito la morte di al-Baghdadi.

L’Isis ha perso molto del territorio che occupava in Siria e Iraq negli ultimi anni, riducendosi a una striscia di territorio lungo il fiume Eufrate tra i due stati mediorientali e una sacca di resistenza tra le città irachene di Kirkuk e Tikrit.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Terremoto in Turchia, le immagini della devastazione | VIDEO
Esteri / “Putin mi ha promesso che non ucciderà Zelensky”: il racconto dell’ex premier israeliano
Esteri / Papa Francesco, concluso il viaggio in Africa: “I cristiani possono cambiare la storia”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Terremoto in Turchia, le immagini della devastazione | VIDEO
Esteri / “Putin mi ha promesso che non ucciderà Zelensky”: il racconto dell’ex premier israeliano
Esteri / Papa Francesco, concluso il viaggio in Africa: “I cristiani possono cambiare la storia”
Esteri / La Cina minaccia “azioni in risposta” all’abbattimento del pallone spia che sorvolava gli Stati Uniti
Esteri / Nonna si tatua tutto il corpo (tranne il viso): “Orgogliosa di essere una tela vivente”
Esteri / Stati Uniti, abbattuto il pallone-spia cinese. La Difesa: “Sorvegliava siti strategici”
Esteri / La svolta autoritaria di Netanyahu rischia di trasformare Israele in una democratura
Esteri / Dal gas ai fertilizzanti: così la guerra di Putin sconfina nel Sahara
Esteri / Ucraina, Corea, Taiwan, Africa, Medio Oriente: ecco tutte le guerre di cui dovremo preoccuparci nel 2023
Esteri / In Ucraina la strada verso l’escalation è lastricata di armi (di S. Mentana)