Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:42
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Il numero di richiedenti asilo arrivati in Germania nel 2016 è drasticamente diminuito

Immagine di copertina

Sono 600mila migranti in meno rispetto all’anno record del 2015, in cui arrivarono nel paese circa 890mila persone

Nel 2016 sono arrivati in Germania 280mila richiedenti asilo, circa 600mila in meno rispetto all’anno precedente. Le cifre sono state comunicate mercoledì 11 gennaio dal ministero dell’Interno tedesco, che ha spiegato la netta diminuzione degli arrivi con la chiusura nel 2016 della rotta balcanica grazie all’accordo con la Turchia.

L’anno record è stato il 2015, quando sono stati circa 890mila migranti e rifugiati ad arrivare in Germania attraverso la Grecia e i Balcani. Il numero di richieste di asilo nel 2016 è stato in realtà più alto rispetto al 2015 (745.545 domande), ma dal ministero fanno sapere che la maggior parte di esse si riferisce a migranti arrivati l’anno precedente.

“Questi dati dimostrano che le misure predisposte dal governo tedesco e dall’Unione europea stanno funzionando. Siamo riusciti a gestire e controllare il fenomeno delle migrazioni”, ha commentato il ministro dell’Interno tedesco Thomas de Maiziere.

La cancelliera Angela Merkel nel 2015 per affrontare l’emergenza immigrazione ordinò la temporanea apertura delle frontiere per i richiedenti asilo.

La decisione di sospendere le regole Ue, che impongono al primo stato dell’Unione europa nel quale arrivano i migranti di registrare e ospitare i richiedenti asilo, aveva lo scopo di aiutare le decine di migliaia di siriani in fuga dal conflitto nella loro nazione, ma di fatto ha permesso l’arrivo in Germania anche di migranti di altre nazionalità.

La politica delle porte aperte della cancelliera è stata nel corso dei mesi duramente criticata in patria e il partito euroscettico e anti immigrazione Afd nelle elezioni regionali in autunno ha conquistato consensi tra l’elettorato proprio ai danni dei cristiano-democratici di Merkel.

La Germania nel corso dell’anno ha dovuto affrontare anche una crescente minaccia terroristica, con numerosi attacchi sventati o falliti fino alla strage nel mercatino di Natale di Berlino il 20 dicembre del 2016.

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

Ti potrebbe interessare
Esteri / Morto il ministro degli Esteri bielorusso. Kiev: “Forse avvelenato”. Mosca: “Scioccati”
Esteri / “Italiana arrestata in Turchia alla manifestazione contro la violenza sulle donne”: le attiviste di Mor Dayanisma
Esteri / “Putin vuole far uccidere Lukashenko”: l’ipotesi del complotto per trascinare la Bielorussia in guerra
Ti potrebbe interessare
Esteri / Morto il ministro degli Esteri bielorusso. Kiev: “Forse avvelenato”. Mosca: “Scioccati”
Esteri / “Italiana arrestata in Turchia alla manifestazione contro la violenza sulle donne”: le attiviste di Mor Dayanisma
Esteri / “Putin vuole far uccidere Lukashenko”: l’ipotesi del complotto per trascinare la Bielorussia in guerra
Esteri / La chef stellata: “Chi prenota al ristorante e non si presenta paga 75 euro di penale”
Esteri / Migranti, ancora tensioni Francia-Italia: “Roma apra i suoi porti alle Ong, altrimenti niente ricollocamenti”
Esteri / Putin alle madri dei soldati russi: “I vostri figli sono eroi”
Esteri / “Tentò di violentarmi in un camerino”: giornalista americana denuncia Trump per violenza sessuale e diffamazione
Esteri / Criticava il regime sui social, arrestato in Iran l’ex star della nazionale Voria Ghafouri
Calcio / Così il Qatar si è “comprato” i Mondiali per spacciarsi come Paese aperto e moderno
Esteri / Esclusivo TPI – Mondiali Insanguinati: ecco le condizioni disumane di lavoro degli operai che hanno costruito gli stadi in Qatar