Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 18:37
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Nigeria, attentato di Boko Haram in moschea: otto morti

Immagine di copertina
Credit: Afp

Un uomo si è fatto esplodere mentre i fedeli pregavano

È di otto morti il bilancio provvisorio delle vittime causate dall’attacco di un kamikaze in una moschea nel nordest della Nigeria. Cinque persone sarebbero rimaste ferite.

L’esplosione è avvenuta nell’area Mainari di Konduga, nello stato del Borno. L’ha dichiarato Ibrahim Liman, membro della milizia civile che assiste i militari nella lotta contro Boko Haram.

“L’attentatore è entrato nella moschea alle 5.15 del mattino mentre i fedeli pregavano e si è fatto esplodere, uccidendo otto fedeli e ferendone altri cinque. Sette delle vittime sono morte nella moschea mentre un’altra è morta sulla strada per Maiduguri”, ha dichiarato l’uomo.

I bombardamenti suicidi contro obiettivi civili come moschee, mercati e stazioni degli autobus sono il segno distintivo della fazione di Boko Haram guidata da Abubakar Shekau. Molti dei kamikaze usati sono giovani donne e ragazze.

Liman ha detto che l’ultimo attacco sembra essere stato eseguito da un uomo di circa 20 anni.

L’attentato arriva dopo i tentativi del governo di fare rientrare a casa le persone sfollate a causa dell’insurrezione islamista di Boko Haram. Le agenzie umanitarie, che forniscono assistenza, cibo e acqua nella regione devastata dal conflitto, hanno denunciato che la sicurezza nel paese non è migliorata.

La scorsa settimana, almeno sei commercianti sono morti in un’imboscata vicino al confine con il Camerun.

Attacchi a convogli e basi militari si sono verificati anche nel vicino stato di Yobe ma il numero delle vittime non è stato dichiarato. Soldati e civili sono presi di mira anche nel Niger e in Ciad, dove il 22 luglio 2016, durante un attacco a un villaggio, almeno diciotto persone sono state uccise sul posto mentre una decina di donna è stata portata via da un gruppo di uomini armati.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Casa bombardata a Gaza, morti 8 bambini e 2 donne
Esteri / Maxi attacco a Gaza, distrutto palazzo dei media evacuato e i tunnel di Hamas. Finora i morti sono 139
Esteri / Pulizia etnica e giornalisti arrestati: in Etiopia non basta un premio Nobel per la pace
Ti potrebbe interessare
Esteri / Casa bombardata a Gaza, morti 8 bambini e 2 donne
Esteri / Maxi attacco a Gaza, distrutto palazzo dei media evacuato e i tunnel di Hamas. Finora i morti sono 139
Esteri / Pulizia etnica e giornalisti arrestati: in Etiopia non basta un premio Nobel per la pace
Esteri / Un milione di dollari in palio per chi si vaccina: la lotteria dell’Ohio per incentivare i No Vax
Esteri / "Io, scrittore israeliano, vi dico che l'inferno non finirà mai: Israele non sa riconoscere i suoi errori"
Esteri / Nuovi raid su Gaza, tre razzi lanciati dalla Siria. Finora 126 morti
Esteri / “I vaccinati causano infertilità e aborti”: i no-mask pensano addirittura di usare la mascherina
Esteri / In Cambogia migliaia di persone sono rimaste senza cibo e medicine a causa del lockdown
Esteri / Iran, ragazzo di 20 anni decapitato dai suoi familiari perché gay
Esteri / L’uomo con 151 figli e 16 mogli: “Il mio lavoro è soddisfarle sessualmente”