Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 17:52
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

I musulmani in Occidente sono molti meno di quello che pensiamo

Immagine di copertina

Secondo una ricerca Ipsos Mori i cittadini dei paesi occidentali sovrastimano il numero di musulmani all’interno delle loro nazioni

I cittadini dei paesi occidentali sovrastimano il numero di musulmani all’interno della loro nazione e il suo tasso di crescita. Lo rivela un’indagine Ipsos Mori che ha misurato il gap tra la percezione dell’opinione pubblica e la realtà.

La Francia è in vetta alla classifica della percezione alterata. Secondo i cittadini francesi, il 31 per cento della popolazione è musulmana: vorrebbe dire un residente su tre. Ma in base ai dati del 2010 del Pew Research Center (Pwc), le persone di fede musulmana in Francia erano decisamente meno: il 7,5 per cento della popolazione, in media una persona su tredici.

Ancora più profondo è lo scostamento con la realtà nelle previsioni sul futuro. Se il Pwc prevede che i musulmani saranno l’8,3 per cento della popolazione entro il 2020, i francesi sono convinti che saranno il 40 per cento.

Gli italiani, i tedeschi e i belgi pensano che circa un quinto dei residenti nei loro paesi sia musulmano, mentre la cifra reale oscilla dal 3,7 per cento dell’Italia al 7 per cento del Belgio.

Gli abitanti del Regno Unito sono convinti che la popolazione musulmana sia il 15 per cento del totale, il triplo rispetto ai dati del 2010. Lo scostamento si amplia nelle previsioni per il 2020: 22 per cento percepito rispetto al 6 per cento reale.

Fuori dall’Europa la situazione non è diversa. Negli Stati Uniti i cittadini sono convinti che una persona ogni sei sia musulmana, mentre secondo i dati del Pwc la percentuale reale è di uno su cento.

Gli australiani pensano che il 12,5 per cento della popolazione sia musulmana, contro una percentuale reale del 2,4 per cento. Le previsioni stimate dai cittadini per il 2020 vedono un aumento fino al 21 per cento, sette volte di più rispetto a quello che sarà il dato effettivo.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Un nuovo Commonwealth con i Paesi europei più ostili alla Russia: il piano di Boris Johnson
Esteri / Muskgate: l’accusa di molestie e il giallo dei 250mila dollari pagati da SpaceX
Esteri / L’Oklahoma approva la legge contro l’aborto: è la più restrittiva degli Usa
Ti potrebbe interessare
Esteri / Un nuovo Commonwealth con i Paesi europei più ostili alla Russia: il piano di Boris Johnson
Esteri / Muskgate: l’accusa di molestie e il giallo dei 250mila dollari pagati da SpaceX
Esteri / L’Oklahoma approva la legge contro l’aborto: è la più restrittiva degli Usa
Esteri / La disperata fuga in auto sulle strade del Donbass tra le bombe dei russi
Esteri / Guerra in Ucraina, Lavrov, il piano di pace italiano "non è serio". L'Italia revoca 4 onorificenze ai russi "per indegnità"
Esteri / Strage in Texas, chi è Salvador Ramos: il killer che ha sparato a scuola uccidendo 19 bambini
Esteri / Dopo 11 anni, una consulente di Shell si dimette e accusa l’azienda: “Ha causato danni estremi all’ambiente”
Esteri / Elon Musk sulla crisi demografica in Italia: “Se continua così non ci saranno più italiani”
Economia / Soros scrive a Draghi: “Tasse sul gas russo per punire Putin”
Esteri / Strage in Texas, la rabbia del coach Nba Steve Kerr che irrompe in conferenza stampa: “Non parlerò di basket”