Covid ultime 24h
casi +22.930
deceduti +630
tamponi +148.945
terapie intensive +9

Germania, suicida il ministro delle Finanze dell’Assia: “Sotto stress per la crisi causata dalla pandemia”

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 29 Mar. 2020 alle 18:37 Aggiornato il 29 Mar. 2020 alle 18:50
242
Immagine di copertina
Thomas Schäfer. Credit: Ansa

“Le preoccupazioni lo hanno schiacciato. Non vedeva più vie d’uscita. Era disperato e ci ha lasciati”. Così il governatore dell’Assia, Volker Bouffier, commenta la morte suicida del ministro delle Finanze del Land tedesco, Thomas Schäfer.

Secondo Bouffier sarebbero state infatti le preoccupazioni per il futuro della regione tedesca a spingere il politico della Cdu a togliersi la vita. Il ministro delle Finanze dell’Assia Thomas Schäfer, 54 anni, aveva parlato al parlamento qualche giorno fa e aveva definito il Coronavirus “la sfida del secolo”.

Il corpo senza vita del ministro cristianodemocratico è stato ritrovato nella mattinata di sabato 29 marzo nei pressi di Hochheim vicino ai binari del treno superveloce tedesco Ice.

Il quotidiano Faz, che ha riportato la notizia della morte del politico, in una prima versione dell’articolo aveva citato una lettera di addio nella quale Thomas Schäfer avrebbe parlato definito il futuro dell’Assia “senza speranza”. In una versione successiva il dettaglio della lettera è stato rimosso dall’articolo, ma sui social si trovano ancora le schermate.

Il governatore Bouffier, commentando la morte del ministro, ha dichiarato: “Dobbiamo partire dal presupposto che fosse molto preoccupato di riuscire a soddisfare le gigantesche aspettative della popolazione – soprattutto sul fronte degli aiuti finanziari. Devo partire dal presupposto che queste preoccupazioni lo abbiano schiacciato. Evidentemente non vedeva più vie d’uscita. Era disperato e ci ha lasciati”. Thomas Schäfer lascia la moglie e due figli.

TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

Leggi anche:  1. ESCLUSIVO TPI: Una nota riservata dell’Iss rivela che il 2 marzo era stata chiesta la chiusura di Alzano Lombardo e Nembro. Cronaca di un’epidemia annunciata / 2. Coronavirus Anno Zero, quel 23 febbraio all’ospedale di Alzano Lombardo: così Bergamo è diventata il lazzaretto d’Italia

3. Il sindaco Gori a TPI: “Le bare di Bergamo sono solo la punta di un iceberg, i nostri morti sono quasi tre volte quelli ufficiali” (di Luca Telese)/ 4. Perché in Lombardia si muore? Gli errori di Fontana e altre sette importanti ragioni /

5. Coronavirus, tamponi per asintomatici? Solo ai privilegiati. Così prolifera il business dei test privati / 6. Coronavirus, parla la fidanzata di Rugani della Juve: “Il tampone? Sono venuti a farmelo a casa. Nessuna via preferenziale, il trattamento è uguale per tutti” (di Giulio Gambino)

242
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.