Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 23:39
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Iraq: 13 milioni di fedeli a Kerbala per celebrare l’Islam e dire no all’Isis

Immagine di copertina
Credit: Afp

Ali al-Sistani, Grande Ayatollah dell'Iraq, si è congratulato con le forze di sicurezza nazionali per essere riuscite a gestire l'afflusso di fedeli senza incidenti

In Iraq più di 13 milioni di persone hanno raggiunto Kerbala, seconda città santa per i musulmani sciiti dopo Najaf, per le celebrazioni dell’Arbain, che ricorda il martirio del nipote di Maometto, Hussein, avvenuto nel 680 d.C.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Ali al-Sistani, Grande Ayatollah dell’Iraq, si è congratulato con le forze di sicurezza nazionali per essere riuscite a gestire l’afflusso di fedeli senza incidenti.

Decine di migliaia di agenti sono stati schierati per difendere pellegrini e luoghi di culto da possibili attacchi.

L’espulsione dei jihadisti legati al sedicente Stato Islamico ha conferito un ulteriore significato alle celebrazioni dell’Arbain di quest’anno a Kerbala, città che si trova 80 chilometri a sud-ovest della capitale irachena Baghdad.

“I milioni di persone arrivate a Kerbala sono la prova della nostra vittoria sui jihadisti”: queste le parole di un pellegrino, Mahmud Mohammed, pronunciate ai reporter di Afp e riportate dal sito di news indiano Firstpost.

Dal 2014 i miliziani di Daesh sono riusciti a conquistare numerosi territori in Iraq, uccidendo molti fedeli sciiti in violenti attacchi. Nel corso di quest’anno, però, l’Isis ha cominciato a subire pesanti sconfitte nella regione; su tutte la perdita del bastione nord iracheno di Mosul lo scorso luglio.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Il presidente delle Filippine Duterte minaccia l’arresto per chi rifiuta il vaccino
Esteri / Madrid concede la grazia ai separatisti catalani condannati per il referendum del 2017
Esteri / Un messaggio in bottiglia ha unito due adolescenti attraverso l’Oceano Atlantico, a distanza di 3 anni
Ti potrebbe interessare
Esteri / Il presidente delle Filippine Duterte minaccia l’arresto per chi rifiuta il vaccino
Esteri / Madrid concede la grazia ai separatisti catalani condannati per il referendum del 2017
Esteri / Un messaggio in bottiglia ha unito due adolescenti attraverso l’Oceano Atlantico, a distanza di 3 anni
Esteri / “Le guardie libiche violentano le minorenni nei centri di detenzione”
Esteri / Svezia, sfiduciato il governo per la prima volta. Scontro sulla legge per liberalizzare gli affitti
Esteri / “L’Unione Europea ha un piano per tagliare le serie tv britanniche da Netflix e Amazon”
Esteri / Cina, il Covid non ferma il festival di Yulin: “Trucidati migliaia di cani”
Esteri / Quell’umanità in fuga tra macerie e ricordi
Esteri / Un “caso Floyd” in Europa: vittima un uomo di etnia Rom
Esteri / L'obbedienza agli Usa non è una virtù: vuol dire essere succubi del capitalismo finanziario (di A. Di Battista)