Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 18:45
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Il matrimonio di una sposa bambina è stato fermato grazie a Facebook

Immagine di copertina
Una precedente versione dell'articolo riportava erroneamente una foto di damigelle e non spose bambine.

Le foto diffuse dai parenti della 13enne sono diventate virali, provocando la reazione della polizia che ha interrotto la cerimonia poche ore dopo l'inizio

Un matrimonio tra una bambina di 13 anni e un ragazzo di 27 è stato impedito nella periferia di Tetouan, città da circa 400mila abitanti situata nella parte settentrionale del Marocco. La polizia è intervenuta poche ore dopo l’inizio della cerimonia, dopo che i parenti della bambina avevano cominciato a postare su Facebook le foto della festa.

Come riporta Morocco World News, è stata proprio la diffusione delle immagini a creare un’indignazione tale sul web da rendere la notizia virale e permettere ai parenti del padre della bambina di avvertire le forza di polizia.

Nelle immagini postate sul social network, oltre la torta, i fiori e i parenti in festa, si vedeva anche la sposa in abito bianco. Una sposa però dai tratti somatici troppo infantili per poter avere l’età legale per il matrimonio.

In Marocco la questione delle spose bambine è ancora oggetto di polemiche, ma dal 2004  la Moudawana, la legge sul diritto di famiglia marocchina, stabilisce che per sposarsi siano necessari 18 anni d’età.

Sono così cominciate le segnalazioni agli agenti di polizia che hanno fatto irruzione a “Palais des Roses”, l’hotel dove era in corso la cerimonia.

La madre della 13enne, all’insaputa del marito gravemente malato, aveva organizzato tutto per dare in sposa la figlia. La donna ha inizialmente provato a spiegare agli agenti che la bambina era consenziente e che nessuno l’aveva obbligata.

Quando gli agenti della polizia hanno fatto presente per che sposarsi bisogna avere almeno 18 anni, la donna ha provato a minimizzare, sostenendo che si trattava soltanto di una promessa di matrimonio in attesa che la figlia compisse i 18 anni.

La polizia ha poi trasferito gli atti al procuratore del re che dovrà decidere cosa fare.

Secondo le più recenti statistiche del ministero della Giustizia marocchino, il numero delle spose bambine nel 2014 in Marocco ha raggiunto i 33mila casi.

Ti potrebbe interessare
Esteri / La torre Al Jala, sede di Ap e Al Jazeera, si sbriciola in una nuvola di fumo
Esteri / Pioggia di razzi su Tel Aviv, Israele reagisce con 150 raid aerei. Netanyahu: "Ci vorrà ancora tempo ma ce la faremo"
Esteri / Casa bombardata a Gaza, morti 8 bambini e 2 donne
Ti potrebbe interessare
Esteri / La torre Al Jala, sede di Ap e Al Jazeera, si sbriciola in una nuvola di fumo
Esteri / Pioggia di razzi su Tel Aviv, Israele reagisce con 150 raid aerei. Netanyahu: "Ci vorrà ancora tempo ma ce la faremo"
Esteri / Casa bombardata a Gaza, morti 8 bambini e 2 donne
Esteri / Maxi attacco a Gaza, distrutto palazzo dei media evacuato e i tunnel di Hamas. Finora i morti sono 139
Esteri / Pulizia etnica e giornalisti arrestati: in Etiopia non basta un premio Nobel per la pace
Esteri / Un milione di dollari in palio per chi si vaccina: la lotteria dell’Ohio per incentivare i No Vax
Esteri / "Io, scrittore israeliano, vi dico che l'inferno non finirà mai: Israele non sa riconoscere i suoi errori"
Esteri / Nuovi raid su Gaza, tre razzi lanciati dalla Siria. Finora 126 morti
Esteri / “I vaccinati causano infertilità e aborti”: i no-mask pensano addirittura di usare la mascherina
Esteri / In Cambogia migliaia di persone sono rimaste senza cibo e medicine a causa del lockdown