Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 15:49
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

La nonna hawaiana che ha organizzato un’enorme marcia di donne anti-Trump a Washington

Immagine di copertina

Più di 125mila persone sono attese alla marcia in sostegno dei diritti delle donne a Washington, il giorno seguente alla nomina ufficiale di Donald Trump

Teresa Shook è una nonna hawaiana che voleva condividere con altre donne la sua indignazione in seguito alla vittoria del neoeletto presidente degli Stati Uniti, Donald Trump.

Poiché non aveva la possibilità di riunire un ampio gruppo di donne nell’isola di Maui, Shook ha deciso di riversare il suo sdegno su Facebook, invitando migliaia di persone, iscritte ad un noto gruppo politico, a marciare insieme. 

Il gesto di Shook potrebbe ora diventare la più grande manifestazione di protesta della storia nella capitale degli Stati Uniti, Washington DC, a seguito dell’elezione di un presidente. Questo perché, come riportato dall’agenzia Reuters, più di 125mila persone provenienti da tutto il paese hanno infatti già firmato la petizione sul sito per poter partecipare alla marcia in sostegno ai diritti delle donne.

La marcia si terrà a Washington il 21 gennaio 2017, giorno che segue l’insediamento di Trump alla Casa Bianca. I partecipanti si ritroveranno all’incrocio tra Independence Avenue e Third Street SW, alle ore 10. 

L’obiettivo della manifestazione pacifica è quello di sensibilizzare le persone sui diritti delle donne, sulla loro salute e sicurezza e sul grave problema della violenza sulle donne, soprattutto in seguito ai commenti sessisti rilasciati in numerose occasioni dal nuovo presidente. Quattro donne sono le incaricate di gestire e coordinare la grande manifestazione, ma il programma definitivo sarà annunciato nei prossimi giorni. 

L’iniziativa si è diffusa anche in altre città europee, come Roma, Londra e Francoforte.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Variante Omicron, l’Oms: “Rischio elevato, possibili gravi conseguenze”
Esteri / Repubblica Ceca, la nomina del nuovo primo ministro è a prova di Covid | VIDEO
Esteri / Disney+ sbarca a Hong Kong, la censura elimina l’episodio dei Simpson su Piazza Tiananmen
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Variante Omicron, l’Oms: “Rischio elevato, possibili gravi conseguenze”
Esteri / Repubblica Ceca, la nomina del nuovo primo ministro è a prova di Covid | VIDEO
Esteri / Disney+ sbarca a Hong Kong, la censura elimina l’episodio dei Simpson su Piazza Tiananmen
Esteri / Il business del plasma: quanto guadagnano gli Usa dal sangue dei più poveri
Esteri / Inchiesta “Oro liquido”: il prezzo del commercio di sangue nell’America degli ultimi
Esteri / Vietato dire Natale: le linee guida per la “comunicazione inclusiva” dell’Ue
Esteri / Il nuovo capo dell’Interpol è Ahmed Naser al-Raisi, un generale accusato di torture e arresti arbitrari
Esteri / “Giulio Regeni ucciso per una rivalità tra servizi segreti”: le rivelazioni di un’inchiesta francese
Esteri / Comprò voti per portare le Olimpiadi a Rio de Janeiro: Nuzman condannato a 30 anni di carcere
Cronaca / Russia, incidente in una miniera di carbone in Siberia: 52 morti