Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:09
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Morte Maradona, un’infermiera rivela: “Una settimana prima di morire è caduto e ha battuto violentemente la testa”

Immagine di copertina

Maradona, infermiera rivela: “Ha battuto la testa una settimana prima della morte”

Maradona ha battuto la testa una settimana prima della morte, ma nessuno lo ha portato in ospedale per accertamenti: è quanto rivela l’infermiera Dahiana Gisela Madrid, le cui dichiarazioni sono state rese note dal suo avvocato. “Maradona è caduto una settimana prima del decesso e ha preso una forte botta alla testa, peccato che non abbiano pensato di fargli una risonanza magnetica o una tomografia. Niente di niente” ha affermato il legale Baquè, citato dai media argentini. Secondo l’avvocato, inoltre, l’ex calciatore del Napoli “non era in grado di decidere niente: dopo la caduta è rimasto da solo tre giorni nella sua stanza, senza essere visto da nessuno e senza essere aiutato”. Non solo, l’argentino avrebbe anche accusato delle anomalie a livello cardiaco subito dopo le dimissioni dall’ospedale, ma, anche in questo caso, nessuno avrebbe fatto nulla: “Hanno solo pensato a curare la dipendenza dall’alcol, dimenticandosi di avere a che fare con un paziente cardiopatico che invece avrebbe avuto bisogno di assistenza da parte di personale medico specializzato”.

Intanto si aggrava la posizione del medico personale di Maradona, Leopoldo Luque, il quale è indagato per omicidio colposo. Dagli atti, infatti, è emerso che la psichiatra che aveva in cura il pibe de oro nelle ultime settimane, la dottoressa Agustina Cosachov, aveva chiesto che l’ex giocatore avesse un’assistenza specialistica e infermieristica 24 ore su 24. Assistenza non predisposta dal medico, che si è difeso: “Se la dottoressa Cosachov mi avesse scritto una relazione precisa, avremmo potuto internare Diego in una clinica psichiatrica. Ma senza questo documento, nessun paziente può essere sottoposto a trattamenti sanitari obbligatori. E Maradona non voleva più mettere piede in ospedale, aveva deciso di farsi curare in casa: stava meglio, io non l’ho certo abbandonato, è morto d’infarto e non era prevedibile”. Dichiarazioni subito smentite dall’avvocato dell’infermiera che ha affermato: “Non è vero. Il cuore di Maradona aveva mandato precisi segnali di sofferenza, ma nessuno li ha ascoltati”.

Leggi anche: 1. Il patrimonio di Diego Armando Maradona: a chi andrà l’eredità? / 2. Selfie di fianco alla salma di Maradona in Argentina: le foto sui social / 3. Foto Maradona, parla uno dei responsabili del selfie accanto alla bara: “Chiedo scusa a tutti” / 4. Maradona, la denuncia del medico personale: “Non è stato curato bene, doveva restare di più in clinica”

Ti potrebbe interessare
Esteri / I video dell’esecuzione dei civili a Bucha: le nuove prove pubblicate dal New York Times
Economia / Il paradosso delle sanzioni: dall’invasione l’Italia ha quadruplicato le importazioni di petrolio russo
Esteri / Sfida sui ghiacci: la guerra dell’Artico tra Nato e Russia
Ti potrebbe interessare
Esteri / I video dell’esecuzione dei civili a Bucha: le nuove prove pubblicate dal New York Times
Economia / Il paradosso delle sanzioni: dall’invasione l’Italia ha quadruplicato le importazioni di petrolio russo
Esteri / Sfida sui ghiacci: la guerra dell’Artico tra Nato e Russia
Esteri / La figlia di Putin sta con uno Zelensky: la relazione segreta di Katerina con il coreografo Igor
Cronaca / Mali, tre italiani e un togolese rapiti da uomini armati: sequestrata una coppia con bambino
Esteri / Nato, Mosca alla Svezia: “Convochi referendum, il sostegno è basso”
Esteri / Guerra in Ucraina, Zelensky: "Fase finale sarà più sanguinosa". Mosca: "Azovstal è nostra"
Esteri / Vaiolo delle scimmie, l’Oms avverte: “Quadro in rapida evoluzione”
Esteri / Sparatoria in una scuola in Germania: almeno un ferito, fermato un sospetto
Esteri / La gaffe di George W. Bush: “La brutale invasione dell’Iraq… volevo dire “dell’Ucraina” | VIDEO