Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 21:56
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Manuel Valls ha annunciato la sua candidatura alle primarie del centrosinistra in Francia

Immagine di copertina

Il primo ministro francese si è dimesso annunciando che si proporrà per correre da candidato socialista alle presidenziali del 2017

Il primo ministro francese Manuel Valls ha annunciato in conferenza stampa le sue dimissioni e la candidatura alle primarie del centrosinistra in vista delle elezioni presidenziali che nel 2017 consegneranno l’Eliseo al successore dell’ormai impopolare presidente socialista Francois Hollande.

L’intervento di Valls in conferenza stampa – convocata a Evry, sobborgo parigino luogo d’origine del premier – è stato pervaso dall’emozione: “In me c’è questa forza, questa volontà di servire il mio paese, al di là delle parole, è una convinzione totale: voglio dare tutto per la Francia che mi ha dato tanto”.

Valls ha ha riservato parole affettuose nei confronti di Hollande, che pochi giorni fa ha annunciato che non intende ricandidarsi per un secondo mandato presidenziale: “Voglio comunicare a Francois Hollande tutta la mia emozione il mio affetto. La sua decisione è quella di un uomo di stato, che mette l’interesse generale al di sopra di tutto. Voglio comunicargli il calore dei miei sentimenti”.

“Voglio, in piena libertà, proporre ai francesi un cambiamento, attraverso la mia candidatura, per dare alla sinistra altri cinque anni di governo”, ha dichiarato ancora. Mi candido perché la Francia deve esercitare tutto il suo peso in un mondo che non ha più niente a che fare con quello che è stato: terrorismo, riscaldamento climatico, ascesa dell’estrema destra… Voglio una Francia indipendente, inflessibile quando si tratta dei suoi lavori, che affronti la Cina di Xi Jinping, la Russia di Vladimir Putin, l’America di Donald Trump e la Turchia di Erdogan”.

— LEGGI ANCHE: Presidenziali Francia 2017: Hollande non si ricandida, quale futuro per la sinistra?

Ti potrebbe interessare
Esteri / Grecia, forte terremoto a Creta: almeno un morto e nove feriti
Esteri / Svizzera, vincono i sì al referendum sui matrimoni gay: favorevoli quasi due terzi degli elettori
Esteri / A San Marino l’aborto è diventato legale
Ti potrebbe interessare
Esteri / Grecia, forte terremoto a Creta: almeno un morto e nove feriti
Esteri / Svizzera, vincono i sì al referendum sui matrimoni gay: favorevoli quasi due terzi degli elettori
Esteri / A San Marino l’aborto è diventato legale
Esteri / Elezioni Germania, crolla la Cdu. Spd avanti: per governare serve l'accordo con Verdi e Liberali
Esteri / Elezioni in Germania, proiezioni: Spd in leggero vantaggio sulla Cdu
Esteri / I talebani appendono i cadaveri di 4 uomini a una gru nella piazza di Herat: “Ecco la pena per i rapitori”
Esteri / Nel Regno Unito mancano cibo e benzina, la colpa è della Brexit e nessuno lo dice
Esteri / Afghanistan, attentato esplosivo a Jalalabad: 8 morti
Esteri / “Tassate noi ricchi”: a TPI parla l’ereditiera tedesca che propone la patrimoniale per colmare le disuguaglianze
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”