Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 06:04
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Licenziato perché gay

Immagine di copertina

Il video di un esperimento sociale fatto in Svezia mostra come un ragazzo gay ha subito una discriminazione sul posto di lavoro a causa del proprio orientamento sessuale

“Mi hanno licenziato perché sono gay”. È quanto ha sostenuto un ragazzo svedese impiegato in un deposito merci quando ha contattato Konrad Ydhage e Olle Öberg del gruppo STHLM Panda, noto per i video di esperimenti sociali che carica sul proprio canale Youtube.

Konrad e Olle non ci hanno creduto subito, anche perché la Svezia, quarto Paese in Europa per il rispetto dei diritti della comunità Lgbtiè notoriamente un Paese tollerante e gay-friendly, secondo l’International Lesbian Gay Bisexual Trans and Intersex Association (Ilga), un‘associazione che si batte per i diritti degli Lgbti in Europa.

Entrambi hanno fatto domanda per la posizione liberatasi ed entrambi sono stati chiamati per un colloquio. Il colloquio è stato ripreso con telecamere nascoste. Konrad si è finto un ragazzo inesperto, poco interessato al lavoro e che passa le sue giornate giocando a videogiochi di calcio. Olle, invece, ha dimostrato di essere entusiasta e di avere tutte le carte in regola per cominciare subito.

Konrad però è etero e Olle no. Il video 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Condannato a 25 anni l’eroe di “Hotel Rwanda”: salvò 1.200 persone dal genocidio
Esteri / “Russia responsabile dell’assassinio di Litvinenko”: la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo
Esteri / La disperazione di Haiti dopo il terremoto: il fotoreportage su The Post Internazionale
Ti potrebbe interessare
Esteri / Condannato a 25 anni l’eroe di “Hotel Rwanda”: salvò 1.200 persone dal genocidio
Esteri / “Russia responsabile dell’assassinio di Litvinenko”: la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo
Esteri / La disperazione di Haiti dopo il terremoto: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Canada, Trudeau perde la scommessa delle elezioni anticipate: liberali al governo senza maggioranza
Esteri / India, sequestrate tre tonnellate di eroina proveniente dall’Afghanistan
Esteri / Usa: marito e moglie No vax muoiono di Covid, dicevano che il vaccino è “un attacco ai diritti umani”
Esteri / Usa, il video shock degli agenti che frustano migranti al confine con il Messico
Esteri / La donna che sfida i talebani: “Mentre tutti scappano dall’Afghanistan, io ho scelto di rimanere per lottare”
Esteri / Russia, sparatoria all’università di Perm: gli studenti scappano dalle finestre. 8 morti
Esteri / Vince il partito di Putin. Timori su possibili brogli