Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 21:50
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Altri 105 migranti tratti in salvo dalla Marina italiana al largo della Libia

Immagine di copertina

La nave Cigala Fulgosi ha condotto un'operazione di soccorso a circa 20 miglia dalle coste libiche portando in salvo 105 persone

Lunedì 28 settembre la Marina militare italiana ha compiuto un’operazione di soccorso al largo della Libia.

La nave Cigala Fulgosi ha tratto in salvo 105 migranti, di cui 90 uomini, 9 donne e 6 minori. Nessuno fra questi è in condizioni critiche.

I soccorsi sono iniziati alle 7 e 30 del mattino, a circa 20 miglia dalle coste libiche.

I migranti erano a bordo di un gommone lungo circa 12 metri. Alle prime luci del giorno hanno lanciato l’allarme contattando con un telefono satellitare la centrale operativa di MARICOGECAP, il comando generale delle capitanerie di porto, che ha sede a Roma e che coordina i soccorsi nel canale di Sicilia. 

Secondo le testimonianze di due donne siriane tratte in salvo quest’oggi, l’imbarcazione di migranti sarebbe partita ieri notte, domenica 27 settembre, dalla città di Sabrata, nel nordovest della Libia, a circa 70 chilometri dalla capitale Tripoli.

Nella fase iniziale del soccorso ha prestato assistenza anche un mercantile in attesa dell’arrivo degli uomini della Marina italiana. I migranti verranno ora trasbordati e portati in un porto italiano dalla Guarda costiera italiana. 

La nave Cigala Fulgosi è un pattugliatore della Marina militare italiana, che nel corso dell’attuale navigazione è impiegato nell’operazione Mare sicuro, che prevede l’impiego integrato degli assetti della Marina e dell’Aeronautica militare.

A bordo del Cigala Fulgosi c’è il nostro direttore Giulio Gambino insieme a un fotografo italiano con il quale è in mare da quasi un mese per lavorare a un reportage sul salvataggio dei migranti al largo della Libia. Ci ha inviato questa corrispondenza da bordo nel secondo giorno consecutivo di salvataggi nel Mediterraneo.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Pulizia etnica e giornalisti arrestati: in Etiopia non basta un premio Nobel per la pace
Esteri / Un milione di dollari in palio per chi si vaccina: la lotteria dell’Ohio per incentivare i No Vax
Esteri / "Io, scrittore israeliano, vi dico che l'inferno non finirà mai: Israele non sa riconoscere i suoi errori"
Ti potrebbe interessare
Esteri / Pulizia etnica e giornalisti arrestati: in Etiopia non basta un premio Nobel per la pace
Esteri / Un milione di dollari in palio per chi si vaccina: la lotteria dell’Ohio per incentivare i No Vax
Esteri / "Io, scrittore israeliano, vi dico che l'inferno non finirà mai: Israele non sa riconoscere i suoi errori"
Esteri / Nuovi raid su Gaza, tre razzi lanciati dalla Siria. Finora 126 morti
Esteri / “I vaccinati causano infertilità e aborti”: i no-mask pensano addirittura di usare la mascherina
Esteri / In Cambogia migliaia di persone sono rimaste senza cibo e medicine a causa del lockdown
Esteri / Iran, ragazzo di 20 anni decapitato dai suoi familiari perché gay
Esteri / L’uomo con 151 figli e 16 mogli: “Il mio lavoro è soddisfarle sessualmente”
Esteri / L’ex miss Myanmar si unisce alla lotta contro la dittatura militare: “Combatto per il mio Paese”
Esteri / David Grossman: “Il dialogo è fallito, la violenza fra arabi ed ebrei spezza il sogno della coesistenza”