Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 07:26
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Liberato il padre del bambino trasportato in valigia in Spagna

Immagine di copertina

I pubblici ministeri spagnoli avevano inizialmente chiesto una condanna a tre anni di carcere per Ali Ouattara, con l'accusa di aver facilitato l'ingresso illegale del bambino in Europa

Un uomo di nazionalità ivoriana aveva trasportato nel maggio 2015 il figlio di otto anni in una valigia per portarlo clandestinamente dal Marocco alla Spagna.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

I pubblici ministeri spagnoli avevano inizialmente chiesto una condanna a tre anni di carcere per Ali Ouattara, con l’accusa di aver facilitato l’ingresso illegale del bambino in Europa.

I magistrati, però, hanno dovuto cambiare la richiesta di pena nei confronti di Ouattara, non essendo riusciti a dimostrare che l’uomo sapesse che suo figlio era stato stipato nel trolley.

Il piccolo di nome Adou, che ora ha 10 anni, ha riferito al giudice che “né io né mio padre sapevamo che mi avrebbero messo in una valigia”.

Nel corso della sua testimonianza, Adou ha raccontato che il padre gli aveva sempre detto che il viaggio dal Marocco all’enclave spagnola di Ceuta sarebbe stato fatto in macchina.

L’enclave spagnola di Ceuta, nel territorio del Marocco

Il bambino ha aggiunto di aver trovato difficoltà a respirare mentre si trovava chiuso nella valigia.

I fatti risalgono a maggio del 2015, quando gli agenti spagnoli che presidiano il confine tra il Marocco e Ceuta fermarono per un controllo una donna che stava trascinando un pesante bagaglio.

I poliziotti di frontiera scannerizzarono la valigia, scoprendo che al suo interno c’era un bambino accucciato in posizione fetale.

Ouattara, che ha trascorso un mese in prigione, dopo il processo è stato condannato a pagare una multa di 92 euro.

Adou, che ora vive con sua madre in un sobborgo di Parigi, si è recato a Ceuta per testimoniare.

“È tutto finito e possiamo iniziare a riprendere le vite, insieme: mia moglie, mia figlia, mio ​​figlio e io”, ha detto Ouattara dopo la pronuncia della sentenza.

L’uomo ha poi dichiarato che la famiglia avrebbe iniziato una nuova vita nel nord della Spagna.

Ti potrebbe interessare
Esteri / “Il futuro dipende dai non vaccinati, salveranno l’umanità”: l’ultima teoria folle del Nobel Montagnier
Esteri / Djokovic, appello respinto: sarà espulso dall’Australia. “Deluso dalla sentenza”
Esteri / Proteste in Kazakistan, aggiornato il bilancio dei morti: sono 225
Ti potrebbe interessare
Esteri / “Il futuro dipende dai non vaccinati, salveranno l’umanità”: l’ultima teoria folle del Nobel Montagnier
Esteri / Djokovic, appello respinto: sarà espulso dall’Australia. “Deluso dalla sentenza”
Esteri / Proteste in Kazakistan, aggiornato il bilancio dei morti: sono 225
Esteri / Come in un film, dottoressa fa nascere una bambina in volo: “Si chiama Miracolo”
Esteri / Eruzione del vulcano sottomarino Hunga Tonga-Hunga Haʻapai, ora è allarme tsunami | VIDEO
Esteri / Novak Djokovic nuovamente in stato di detenzione al Park Hotel. Stanotte decisione definitiva sull’esplusione
Esteri / Stati Uniti, dura accusa alla Russia: “Ha inviato commando in Ucraina per dare il pretesto all’invasione”
Esteri / Principe Andrea estromesso dalla famiglia reale per le accuse di abusi sessuali: “Decisivo il ruolo di William”
Esteri / Francia, Zemmour contro l’inglese: “Non deve essere più usato nell’Ue”
Esteri / Regno Unito, Ikea taglia l’indennità di malattia ai dipendenti non vaccinati costretti all’autoisolamento