Covid ultime 24h
casi +18.916
deceduti +280
tamponi +323.047
terapie intensive +22

La lettera per la premier Theresa May consegnata per sbaglio a tre giovani coinquilini di Londra

Una missiva indirizzata al primo ministro britannico, che com'è noto risiede al 10 di Downing Street, è stata per errore recapitata a un indirizzo dal nome simile

Di TPI
Pubblicato il 12 Dic. 2016 alle 18:20 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 22:48
0
Immagine di copertina

Sembra l’inizio di una commedia cinematografica, magari
britannica, ma è successo davvero. Una lettera indirizzata al primo ministro
inglese Theresa May è stata erroneamente consegnata da un postino a tre giovani
coinquilini di un seminterrato di Londra.

Sam Bass, un consulente tecnologico ventiquattrenne, residente
insieme ai suoi coinquilini Emily e Marco al 10 di Danbury Street, in un
quartiere settentrionale di Londra, si è visto
recapitare una lettera che come destinatario riportava la dicitura “Sig.ra Theresa
May, PM”.

L’errore è spiegabile, seppur poco scusabile, con il fatto
che l’indirizzo della residenza ufficiale del primo
ministro britannico è “10, Downing Street”, in pieno centro. Da qui la
confusione con “10, Danbury Street”, nella zona di Islington.

“Vivo in affitto, quindi
spesso ci capita di ricevere lettere indirizzate agli inquilini precedenti”, ha dichiarato Sam. “Ho
dato un’occhiata alla posta e sono stato piuttosto sorpreso di trovare una
lettera per Theresa May. L’ho fatta vedere ai miei compagni di casa, ma non poteva
essere per loro: vivo con un Marco e una Emily, ma nessuno dei due assomiglia a
Theresa”.

“Posso
capire perché il postino si è confuso con l’indirizzo, visto che la scrittura a
mano è piuttosto difficile da leggere“, ha aggiunto Bass, sempre con una vena ironica. “Gli indirizzi sono simili, ma il nome
del destinatario è inconfondibile. Per quello che ne so, il primo ministro non
ha mai vissuto qui”.

Fortunatamente i tre giovani non erano
malintenzionati, in cerca di informazioni riservate e hanno rispedito la
lettera poco dopo averla ricevuta.

“Vorremmo chiedere
scusa per questo errore”, ha dichiarato Sally Hopkins, una portavoce della Royal Mail, il servizio postale britannico. “Ogni consegna è importante per noi, e al personale viene
sempre ricordato di controllare la posta a fondo prima di lasciarla a
destinazione”.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.