Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:48
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

La lettera per la premier Theresa May consegnata per sbaglio a tre giovani coinquilini di Londra

Immagine di copertina

Una missiva indirizzata al primo ministro britannico, che com'è noto risiede al 10 di Downing Street, è stata per errore recapitata a un indirizzo dal nome simile

Sembra l’inizio di una commedia cinematografica, magari
britannica, ma è successo davvero. Una lettera indirizzata al primo ministro
inglese Theresa May è stata erroneamente consegnata da un postino a tre giovani
coinquilini di un seminterrato di Londra.

Sam Bass, un consulente tecnologico ventiquattrenne, residente
insieme ai suoi coinquilini Emily e Marco al 10 di Danbury Street, in un
quartiere settentrionale di Londra, si è visto
recapitare una lettera che come destinatario riportava la dicitura “Sig.ra Theresa
May, PM”.

L’errore è spiegabile, seppur poco scusabile, con il fatto
che l’indirizzo della residenza ufficiale del primo
ministro britannico è “10, Downing Street”, in pieno centro. Da qui la
confusione con “10, Danbury Street”, nella zona di Islington.

“Vivo in affitto, quindi
spesso ci capita di ricevere lettere indirizzate agli inquilini precedenti”, ha dichiarato Sam. “Ho
dato un’occhiata alla posta e sono stato piuttosto sorpreso di trovare una
lettera per Theresa May. L’ho fatta vedere ai miei compagni di casa, ma non poteva
essere per loro: vivo con un Marco e una Emily, ma nessuno dei due assomiglia a
Theresa”.

“Posso
capire perché il postino si è confuso con l’indirizzo, visto che la scrittura a
mano è piuttosto difficile da leggere“, ha aggiunto Bass, sempre con una vena ironica. “Gli indirizzi sono simili, ma il nome
del destinatario è inconfondibile. Per quello che ne so, il primo ministro non
ha mai vissuto qui”.

Fortunatamente i tre giovani non erano
malintenzionati, in cerca di informazioni riservate e hanno rispedito la
lettera poco dopo averla ricevuta.

“Vorremmo chiedere
scusa per questo errore”, ha dichiarato Sally Hopkins, una portavoce della Royal Mail, il servizio postale britannico. “Ogni consegna è importante per noi, e al personale viene
sempre ricordato di controllare la posta a fondo prima di lasciarla a
destinazione”.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Strage in Texas, la rabbia del coach Nba Steve Kerr che irrompe in conferenza stampa: “Non parlerò di basket”
Esteri / "Ha una protesi": il video che alimenta nuovi dubbi sullo stato di salute di Vladimir Putin
Esteri / Strage in Texas, il momento in cui il killer entra nella scuola elementare | VIDEO
Ti potrebbe interessare
Esteri / Strage in Texas, la rabbia del coach Nba Steve Kerr che irrompe in conferenza stampa: “Non parlerò di basket”
Esteri / "Ha una protesi": il video che alimenta nuovi dubbi sullo stato di salute di Vladimir Putin
Esteri / Strage in Texas, il momento in cui il killer entra nella scuola elementare | VIDEO
Esteri / Stati Uniti, 18enne apre il fuoco in una scuola elementare: morte 22 persone, tra cui 19 bambini
Esteri / Lo sfogo della rifugiata ucraina scappata con l’uomo che l’aveva accolta: “Non sono una sfasciafamiglie”
Esteri / Guerra in Ucraina, forze russe avanzano a est: “Sfondate difese ucraine nel Luhansk”. USA, stop all'esenzione: più vicino il default russo
Esteri / La direttrice di Russia Today: “O la Russia vince in Ucraina o le cose andranno male per tutta l’umanità”
Esteri / Russia, Medvedev stronca il piano italiano per la pace in Ucraina: “Basato su menzogne”
Esteri / Cnn, immagini satellitari mostrano navi russe portare via il grano ucraino dalla Crimea
Esteri / Guerra in Ucraina, Zelensky: "Ci avevano dato 3 giorni, abbiamo resistito 3 mesi". Medvedev: "Piano di pace italiano basato su menzogne"