Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Bambino di 13 anni si laurea in soli due anni: l’enfant prodige più giovane nella storia dell’università californiana

Immagine di copertina
Jack Rico

A 13 anni è il più giovane laureato di un college californiano

Jack Rico, 13 anni, si è appena laureato al Fullerton College in California in quattro discipline: storia, scienze umane, scienze sociali e comportamento sociale. In soli due anni. L’enfant prodige a tre anni conosceva già tutti i nomi dei presidenti e dei vicepresidenti degli Stati Uniti e per il suo quarto compleanno come regalo non chiese ai genitori giocattoli, bensì una viaggio alla Casa Bianca.

Il Fullerton College della California ha dichiarato alla Cnn che Jack Rico è ufficialmente lo studente più giovane a raggiungere questo traguardo nei 107 anni di storia dell’università. “Adoro imparare cose nuove”, ha raccontato il 13enne alla Cnn. Il presidente del Fullerton College, Greg Schulz, ha affermato: “E’ insolito vedere uno studente così giovane nella nostra università, Jack è molto conosciuto nel campus del Fullerton College”.

La madre di Jack, Ru Andrade, sapeva che suo figlio era speciale fin da quando era piccolo. Quando stava per compiere quattro anni, gli chiese cosa volesse per il suo compleanno. Mentre altri bambini della sua età avrebbero probabilmente chiesto giocattoli, Jack ha chiesto di poter vedere la Casa Bianca. “Gli risposi che sarebbe stato un viaggio grandissimo per un bambino di soli tre anni”, ha raccontato la madre. “E scherzando gli dissi: ‘Ci andremo se riuscirai a imparare a memoria i nomi di tutti i presidenti degli Stati Uniti”.

Una settimana dopo, l’enfant prodige tornò dalla madre e la sorprese con la sua risposta. “Disse: ‘Conoscevo già i nomi di tutti i presidenti, ma ho memorizzato anche quelli di tutti i vice presidenti in modo che potessimo andare”, ha ricordato commossa la madre.

Il prossimo obiettivo del 13enne è continuare a studiare storia all’Università del Nevada, a Las Vegas. “In questo momento ho 13 anni, non ho ancora capito nulla sulla vita”, ha detto Rico, quando gli è stato chiesto cosa volesse fare da grande. “Sto ancora cercando di esplorare i miei interessi e capire cosa vorrò fare da grande”.

Leggi anche: 1. Un bambino sta per laurearsi in ingegneria elettrica a soli 9 anni/ 2. Il bambino prodigio di 9 anni non si laurea più: Laurent Simons abbandona l’università

Ti potrebbe interessare
Esteri / Elon Musk: “Entro sei mesi il chip di Neuralink nel cervello di un essere umano”
Esteri / Minacce di morte a Megan Markle: cosa è successo alla moglie di Harry
Esteri / Genitori No vax bloccano l’operazione che può salvare la vita del figlio: “Non vogliamo sangue di vaccinati”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Elon Musk: “Entro sei mesi il chip di Neuralink nel cervello di un essere umano”
Esteri / Minacce di morte a Megan Markle: cosa è successo alla moglie di Harry
Esteri / Genitori No vax bloccano l’operazione che può salvare la vita del figlio: “Non vogliamo sangue di vaccinati”
Esteri / Il leader ceceno Kadyrov risponde al Papa: “Vergognoso, è rimasto vittima della propaganda”
Esteri / Monaci positivi al test antidroga: chiuso un tempio buddhista
Esteri / Chi era la 16enne iraniana uccisa perché indossava un cappello da baseball al posto del velo
Esteri / Singapore, abrogata la legge che puniva sesso gay: risaliva all’epoca coloniale
Esteri / Per 11 giorni aggrappati al timone di una petroliera: tre migranti sopravvivono alla traversata dalla Nigeria alle Canarie
Esteri / L’allarme di Kiev: “Navi russe con 84 missili nel Mar Nero e nel Mediterraneo”
Esteri / Qatar, un alto dirigente ammette che i lavoratori morti per preparare i Mondiali sono stati “tra i 400 e i 500”