Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

La lampada che funziona ad acqua e sale

Immagine di copertina

Una coppia di fratelli filippini ha inventato un sistema d'illuminazione senza elettricità che potrebbe portare la luce nei Paesi più poveri del mondo

Aisa e Raphael Mijeno sono due fratelli delle Filippine e hanno inventato una lampada che funziona senza bisogno di elettricità, con un bicchiere di acqua salata.

Aisa, ingegnere e collaboratrice di Greenpeace Filippine, ha ideato una fonte di luce efficiente, sicura, poco costosa ed ecologicamente sostenibile e ha fondato SALt – Sustainable Alternative Lighting – diventandone l’amministratore delegato.

L’invenzione dei due fratelli funziona sfruttando gli elettrodi della batteria e gli ioni del sale per produrre energia. È stata pensata per gli abitanti delle zone più povere delle Filippine e per coloro che sono stati recentemente colpiti da disastri naturali. I cittadini della costa potranno utilizzare l’acqua marina per ricaricare la lampada, mentre agli altri basterà aggiungere due cucchiai di sale a un bicchiere d’acqua.  

Dopo sei mesi dall’utilizzo basterà cambiare le due aste di metallo che mettono in contatto le componenti della lampada per averne una come nuova, che durerà per ulteriori sei mesi, con un’autonomia pari a otto ore per ogni ricarica d’acqua salata. 

(Qui sotto nella foto: la lampada SALt utilizzata per ricaricare uno smartphone)

L’apparecchio, oltre a far luce, permette di ricaricare smartphone e cellulari tramite un ingresso usb. In un Paese come le Filippine, collocato dalle Nazioni Unite in terza posizione rispetto alle zone della terra più inclini a esser colpite da disastri naturali, questa caratteristica risulta molto importante perché permette di non rimanere isolati, e di avere sempre i mezzi per richiedere soccorso.

I due giovani hanno annunciato che le prime lampade prodotte saranno distribuite alle comunità rurali delle Filippine che non dispongono di energia elettrica e che, per ogni lampada venduta, un’altra sarà donata a una famiglia in difficoltà economiche. 

(Qui sotto nel video: Raphael Mijeno mostra come funziona la lampada SALt)


Ti potrebbe interessare
Esteri / I cani mangiano il biglietto vincente della lotteria, coppia riesce a riscuotere il premio
Esteri / Si taglia i genitali mentre dorme: stava sognando di affettare la carne
Esteri / In Scozia tamponi e assorbenti diventano gratuiti nei luoghi pubblici
Ti potrebbe interessare
Esteri / I cani mangiano il biglietto vincente della lotteria, coppia riesce a riscuotere il premio
Esteri / Si taglia i genitali mentre dorme: stava sognando di affettare la carne
Esteri / In Scozia tamponi e assorbenti diventano gratuiti nei luoghi pubblici
Esteri / Panico a Shanghai: scatta l’ordine di quarantena all’Ikea, le persone fuggono dal negozio | VIDEO
Esteri / Myanmar, San Suu Kyi condannata ad altri sei anni carcere
Esteri / Egitto, incendio in una chiesa copta a Giza: almeno 41 i morti
Esteri / Taiwan, dopo Nancy Pelosi arriva a sorpresa sull’isola un’altra delegazione del Congresso Usa
Esteri / Washington, uomo si schianta con auto in fiamme contro il cancello di Capitol Hill
Esteri / Dopo Rushdie, minacce di morte anche alla scrittrice J.K. Rowling: “La prossima sarai tu”
Esteri / Gerusalemme, attacco contro un bus: almeno otto feriti