Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 21:56
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Justin Trudeau ha incontrato il primo ministro canadese

Immagine di copertina

Il premier del Canada ha conosciuto un bambino di due mesi, figlio di profughi siriani, che porta il nome di Justin Trudeau in suo onore

Justin Trudeau ha incontrato Justin Trudeau. Il primo è il premier canadese, il secondo è il figlio neonato di profughi siriani, che porta quel nome in onore del paese che ha accolto la sua famiglia.

Il bambino di due mesi, il cui nome completo è Justin Trudeau Adam Bilan e la sua famiglia, hanno avuto un incontro con il premier a Calgary Stampede il 15 luglio.

Quando sono arrivati ​​a Montreal nel febbraio 2016, Trudeau non era lì per salutarli in aeroporto, come ha fatto con altri rifugiati siriani. Ma la coppia, Muhammad e Afraa Bilan, hanno voluto ringraziarlo in qualche modo, così hanno chiamato il loro figlio appena nato come lui.

Tra novembre 2015, quando Trudeau è diventato primo ministro, e gennaio 2017, più di 40mila profughi siriani sono stati trasferiti in Canada. Circa mille di loro vivono a Calgary.

Alla fine di gennaio, dopo il divieto di immigrazione di sette paesi a maggioranza musulmana voluto dal presidente Donald Trump, Trudeau ha confermato l’impegno del suo governo ad aiutare “coloro che fuggono dalla persecuzione, dal terrorismo e dalla guerra”.

In Ontario, a febbraio, un’altra coppia siriana aveva chiamato il loro bambino appena nato Justin in omaggio al primo ministro.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Lo scandalo dei Facebook Papers parla chiaro: va tolto subito a Zuckerberg il potere sui nostri dati
Esteri / L’Iran annuncia la ripresa dei negoziati sul nucleare a Vienna: “Ripartiranno a novembre”
Esteri / La Corte Ue condanna la Polonia: multa di 1 milione di euro al giorno
Ti potrebbe interessare
Esteri / Lo scandalo dei Facebook Papers parla chiaro: va tolto subito a Zuckerberg il potere sui nostri dati
Esteri / L’Iran annuncia la ripresa dei negoziati sul nucleare a Vienna: “Ripartiranno a novembre”
Esteri / La Corte Ue condanna la Polonia: multa di 1 milione di euro al giorno
Esteri / Afghanistan: 8 fratellini orfani morti di fame. L’allarme di Save The Children: “Paese sull’orlo della carestia”
Esteri / I Maneskin alla conquista degli Usa: apriranno il concerto dei Rolling Stones a Las Vegas
Esteri / Allarme in Europa: rubate le chiavi per generare Green pass. Nel dark web quello “funzionante” di Hitler
Esteri / Scandalo Facebook, Zuckerberg a un passo delle dimissioni
Esteri / La crisi del Libano: viaggio nel Paese dove la politica settaria tiene in ostaggio la giustizia
Esteri / Tensioni UE-Polonia, Morawiecki: “Se vorranno la terza guerra mondiale ci difenderemo con tutte le armi”
Esteri / Colpo di Stato in Sudan: arrestati il capo del governo Hamdok e altri ministri