Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 21:51
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Un gruppo terroristico in Somalia ha vietato l’uso delle buste di plastica per proteggere l’ambiente

Immagine di copertina
Il gruppo al Shabaab

Il gruppo terroristico ha vietato l'uso delle buste di plastica perché sono una minaccia per l'ambiente. È stato proibito anche tagliare alcune specie di alberi della Somalia

Dopo la messa al bando da parte dell’Unione europea degli oggetti di plastica monouso come piatti, cannucce e cotton fioc entro il 2021, anche il gruppo terroristico al-Shabaab, legato ad al-Qaeda, ha deciso di prendersi cura dell’ambiente.

La svolta ecologista dell’organizzazione jihadista, attiva soprattutto in Somalia, è arrivata con il bando all’uso di sacchetti di plastica monouso a causa della minaccia che questi prodotti rappresentano per l’ambiente.

A dare la notizia, l’emittente Radio Andalus, la stazione radio gestita dal gruppo estremista islamico.

Secondo quanto riportato dal media del gruppo jihadista, i sacchetti di plastica abbandonati “rappresentano una seria minaccia per il benessere di esseri umani e animali”.

Tra i nuovi divieti introdotti dal gruppo al-Shabaab, anche quello relativo al taglio e al trasporto di legname proveniente dagli alberi delle specie endemiche in Somalia.

Il comandante dei territori nelle mani del gruppo terroristico nel sud del paese, Mohamed Abu Abdalla, ha commentato la notizia dei nuovi divieti a Radio Andalus.

Abu Abdalla ha precisato che i dettagli del piano per la svolta ecologista del gruppo jihadista saranno annunciati in seguito.

Non è la prima volta che i comandanti dell’organizzazione terroristica impongono il divieto sull’uso di alcuni oggetti.

Prima del bando sui sacchetti di plastica, era già stato stilato un lungo elenco di articoli vietati nelle aree controllate dal gruppo terroristico, responsabile di migliaia di morti durante l’insurrezione in Somalia.

Tra i prodotti a cui i miliziani di Al-Shabaab non possono avere accesso rientrano la musica e i film occidentali, l’uso di antenne paraboliche e l’accesso alle organizzazioni umanitarie internazionali.

Il gruppo, attivo principalmente in Somalia,  è stato allontanato dalla capitale Mogadiscio nel 2011, ma rimane attivo in tutto il paese e ha anche ha portato avanti alcuni devastanti attacchi terroristici nel vicino Kenya.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Razzi di Hamas verso Gerusalemme, Israele bombarda Gaza: diversi morti
Esteri / Autismo, Elon Musk rivela: “Ho la sindrome di Asperger”
Esteri / “Ho paura ma tornerò a studiare”: il coraggio di Arifa, la studentessa di 17 anni sopravvissuta alla strage di Kabul
Ti potrebbe interessare
Esteri / Razzi di Hamas verso Gerusalemme, Israele bombarda Gaza: diversi morti
Esteri / Autismo, Elon Musk rivela: “Ho la sindrome di Asperger”
Esteri / “Ho paura ma tornerò a studiare”: il coraggio di Arifa, la studentessa di 17 anni sopravvissuta alla strage di Kabul
Esteri / Spagna: folla in strada festeggia la prima notte senza stato di emergenza e coprifuoco | VIDEO
Esteri / Un pavone interrompe Draghi in conferenza stampa: il simpatico siparietto del premier | VIDEO
Esteri / Afghanistan, due esplosioni davanti a una scuola di Kabul: almeno 50 morti e 100 feriti
Esteri / Sadiq Khan è stato rieletto sindaco di Londra
Esteri / Brexit, provano a entrare nel Regno Unito: 30 cittadini italiani ed europei fermati e detenuti
Esteri / Hong Kong, viaggio nella città simbolo del nuovo mondo globale
Esteri / New York vuole offrire il vaccino Johnson&Johnson a tutti i turisti