Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 15:34
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Due bombe sono esplose a Baghdad in Iraq, almeno 125 le vittime

Immagine di copertina

Il duplice attentato è stato rivendicato dall'Isis con un messaggio diffuso online. Sono state prese di mira un'area commerciale e una zona a maggioranza sciita

Nella notte tra sabato e domenica 3 luglio, due autobombe hanno ucciso almeno 125 persone e provocato il ferimento di altre 200 persone a Baghdad, capitale dell’Iraq. Tra le vittime, secondo fonti locali, 25 sono bambini. Il duplice attentato è stato rivendicato dall’Isis in un messaggio diffuso online. Lo hanno reso noto i funzionari locali. 

La prima autobomba è esplosa nei pressi di un ristorante nel quartiere centrale di Karrada, che in quel momento era affollato di gente che passeggiava o cenava, dopo la rottura del digiuno diurno nel mese sacro del Ramadan. Un secondo ordigno è stato fatto esplodere in seguito lungo una strada vicino al mercato del quartiere popolare sciita di al-Shaab, a nord della capitale.

La prima esplosione che ha preso di mira un’area commerciale piuttosto frequentata ha provocato oltre 80 vittime, mentre la seconda autobomba esplosa nella zona a maggioranza sciita ha ucciso almeno altre cinque persone . 

Secondo le testimonianze raccolte, l’esplosione nell’area commerciale è stata potentissima e ha di fatto causato un grande incendio visibile a chilometri di distanza.

Intanto, nel quartiere di Karrada è esplosa la rabbia popolare: alcune persone hanno lanciato pietre contro il convoglio che accompagnava il primo ministro Haider al-Abadi sul luogo dell’attacco.

Qui sotto un video sulla scena dell’esplosione diffuso su Twitter da Ammar Karim, un giornalista dell’agenzia francese Afp:

L’Isis in Iraq controlla ancora ampie fasce di territorio soprattutto a nord e a ovest del paese. Dopo la riconquista di Falluja da parte delle forze irachene con il supporto della coalizione a guida statunitense, rimane sotto il controllo del sedicente Stato islamico Mosul, la seconda città dell’Iraq. 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Lo scandalo dei Facebook Papers parla chiaro: va tolto subito a Zuckerberg il potere sui nostri dati
Esteri / L’Iran annuncia la ripresa dei negoziati sul nucleare a Vienna: “Ripartiranno a novembre”
Esteri / La Corte Ue condanna la Polonia: multa di 1 milione di euro al giorno
Ti potrebbe interessare
Esteri / Lo scandalo dei Facebook Papers parla chiaro: va tolto subito a Zuckerberg il potere sui nostri dati
Esteri / L’Iran annuncia la ripresa dei negoziati sul nucleare a Vienna: “Ripartiranno a novembre”
Esteri / La Corte Ue condanna la Polonia: multa di 1 milione di euro al giorno
Esteri / Afghanistan: 8 fratellini orfani morti di fame. L’allarme di Save The Children: “Paese sull’orlo della carestia”
Esteri / I Maneskin alla conquista degli Usa: apriranno il concerto dei Rolling Stones a Las Vegas
Esteri / Allarme in Europa: rubate le chiavi per generare Green pass. Nel dark web quello “funzionante” di Hitler
Esteri / Scandalo Facebook, Zuckerberg a un passo delle dimissioni
Esteri / La crisi del Libano: viaggio nel Paese dove la politica settaria tiene in ostaggio la giustizia
Esteri / Tensioni UE-Polonia, Morawiecki: “Se vorranno la terza guerra mondiale ci difenderemo con tutte le armi”
Esteri / Colpo di Stato in Sudan: arrestati il capo del governo Hamdok e altri ministri