Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 01:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

L’Iraq approva una legge che vieta la vendita di alcolici

Immagine di copertina

I sostenitori del provvedimento ritengono che la diffusione dell'alcol sia contraria ai precetti islamici e quindi anche alla Costituzione irachena

Il parlamento iracheno ha approvato una proposta di legge che vieta la vendita, la produzione e l’importazione di bevande alcoliche in tutto il territorio nazionale.

I sostenitori del provvedimento ritengono che la diffusione dell’alcol sia contraria ai precetti islamici e quindi anche alla Costituzione irachena, secondo la quale nessuna legge dello stato può violare i dettami religiosi. L’abuso di alcol, inoltre, è stato additato come una delle cause principali di depravazione, terrorismo e problemi sociali nel paese.

Tuttavia secondo gli oppositori, come il parlamentare Yonadam Kanna, questa legge viola i diritti delle minoranze non musulmane, tutelate dal secondo articolo della Costituzione. Kanna ha affermato che farà ricorso contro il provvedimento, anche al fine di tutelare i lavoratori del settore che altrimenti si troverebbero disoccupati.

La nuova legge prevede che chi verrà sorpreso a consumare bevande alcoliche sarà soggetto ad una multa variabile dai dieci ai venticinque milioni di dinari (l’equivalente di una cifra compresa tra 8mila e 20mila euro circa).

In l’Iraq l’alcol è già difficilmente reperibile, in particolare nei ristoranti e negli alberghi, anche se è disponibile sugli scaffali di piccoli supermercati e di alcuni bar di Baghdad.

I dati sull’abuso di alcol in Iraq mostrano un incremento del fenomeno soprattutto nella zona della città di Basra, nel sud del Paese, dove grazie ai traffici illeciti con l’Iran l’alcol è acquistabile sul mercato nero.

La nuova legge è stata approvata in un momento in cui l’attenzione nazionale e internazionale è focalizzata sulla battaglia dell’esercito iracheno per liberare la città di Mosul dal sedicente Stato islamico.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Siria, bimba di 8 anni salvata dopo 40 ore sotto le macerie del terremoto
Esteri / ‘Ndrangheta, arrestato a Bali Antonio Strangio: era latitante da 7 anni
Esteri / Siria, miracolo dopo il terremoto: salvata una bambina nata sotto le macerie
Ti potrebbe interessare
Esteri / Siria, bimba di 8 anni salvata dopo 40 ore sotto le macerie del terremoto
Esteri / ‘Ndrangheta, arrestato a Bali Antonio Strangio: era latitante da 7 anni
Esteri / Siria, miracolo dopo il terremoto: salvata una bambina nata sotto le macerie
Esteri / Siria devastata dal terremoto, ma la figlia di Assad avverte: “Non inviate aiuti alle zone controllate dai ribelli”
Esteri / Terremoto in Turchia e Siria: nuova scossa 5.3 a Dogansehir. Le vittime sono più di 11.000
Esteri / Terremoto in Turchia, evasi 20 affiliati dell’Isis detenuti in Siria
Esteri / Terremoto in Turchia, estratti vivi dopo 28 ore una mamma e i suoi tre figli
Esteri / Qatargate, le pressioni di Panzeri per fermare la nomina Ue di Di Maio
Esteri / Terremoto in Turchia, morto il portiere Türkaslan: sui social la struggente reazione delle moglie
Esteri / Terremoto in Turchia: la scossa potente come 130 bombe atomiche, oltre 5.100 i morti