Usa, il rapporto sull’impeachment: “Trump ha ostruito l’indagine e ha abusato del suo potere”

Il rapporto della Camera sull'indagine di impeachment nei confronti del presidente americano. Adesso il testimone passa alla commissione giustizia

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 3 Dic. 2019 alle 20:25 Aggiornato il 4 Dic. 2019 alle 07:47
26
Immagine di copertina

Impeachment, il rapporto della commissione alla Camera: “Trump ha ostruito indagini abusando di potere”

È arrivato nel tardo pomeriggio di oggi, martedì 3 dicembre 2019, il tanto atteso rapporto della commissione intelligence della Camera degli Stati Uniti sull’indagine di impeachment nei confronti del presidente Donald Trump.

Il giudizio della Camera, controllata dai democratici, è durissimo. Trump, infatti, viene accusato di aver ostruito l’indagine. Il presidente, inoltre, ha “sollecitato l’interferenza di un governo straniero, quello dell’Ucraina, per trarre vantaggio nella sua rielezione” e in questo modo ha abusato del suo potere. Le prove della sua cattiva condotta, conclude la commissione della Camera, sono “schiaccianti”.

Il rapporto è il risultato di oltre due mesi di indagini e interrogatori sull’Ucrainagate, cioè le pressioni del presidente americano su Kiev perché indagasse sul suo rivale nella corsa alla Casa Bianca Joe Biden e suo figlio Hunter, che sedeva nel board della società energetica ucraina Burisma a 50mila dollari al mese quando il padre gestiva la politica Usa in quel Paese. Pressioni alimentate con il blocco degli aiuti militari americani.

Impeachment contro Trump, il “procedimento” diventa pubblico: parlano in tv i testimoni chiave

Adesso, dopo che ieri i repubblicani hanno respinto nella loro relazione di minoranza ogni ipotesi di reato, il rapporto della Camera passerà alla commissione giustizia, incaricata di redigere gli articoli da contestare per la messa in stato di accusa del presidente. La prima udienza si terrà domani, mercoledì 4 dicembre, con l’audizione di una serie di costituzionalisti che aiuteranno i deputati a capire le basi storiche e giuridiche per l’impeachment.

Secondo quanto riportato dal Washington Post, la commissione giustizia sta valutando la possibilità di includere tra i reati, oltre a quelli connessi alle pressioni su Kiev per far indagare i Biden, anche l’ostruzione della giustizia sulla base del rapporto Mueller sul Russiagate. I dem moderati, però, non sarebbero molto d’accordo.

Non è ancora arrivata, invece, la reazione di Trump. Il presidente Usa, però, nel pomeriggio aveva commentato l’arrivo del rapporto della commissione della Camera sottolineando che gli alti dirigenti repubblicani testimonieranno nell’indagine di impeachment al Senato, dove il processo sarà “equo”. Trump ha anche definito “pazzo e malato” il presidente della commissione intelligence Adam Schiff, che finora ha condotto le udienze. E al Senato, dove la maggioranza è dei repubblicani, il tycoon conta di essere assolto.

Se venisse davvero aperta la procedura di impeachment contro Trump, sarebbe la quarta nella lunga storia degli Stati Uniti, lunga 243 anni.

Leggi anche:

Impeachment, l’ambasciatore Usa presso la Ue conferma le accuse a Trump: “Fece pressioni per investigare Joe Biden”

Trump: “Valuterò se testimoniare nelle indagini per l’impeachment, l’idea mi piace”

26
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.