Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 21:57
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Il sesto video di John Cantlie

Immagine di copertina

L'ultimo filmato diffuso dall'Isis mostra l'ostaggio britannico come un loro inviato da Kobane

Inside Ayn Al-Islam è il titolo del nuovo filmato diffuso in rete dall’Isis che ha per protagonista l’ostaggio britannico John Cantlie.

Questo video è molto diverso dagli altri cinque usciti finora in cui veniva mostrato il giornalista britannico. Questa volta la scenografia è cambiata: non c’è il solito sfondo nero e Cantlie non indossa la tunica arancione. Invece, appare nelle vesti di reporter inviato dallo Stato Islamico a Kobane.

Cantlie appare nella città contesa tra l’Isis e i curdi, deserta, in abiti civili di colore nero – il colore che contraddistingue i miliziani dell’Isis. Durante il suo intervento, Cantlie fa riferimenti precisi a dichiarazioni pubblicate dai media internazionali il 16 e 17 ottobre. 

Il video, della durata di 5 minuti e 32 secondi, inizia con le riprese della città di Kobane effettuate da un drone dell’Isis. In sottofondo solo qualche raffica di mitra. 

“Nonostante i continui raid americani che sono costati mezzo miliardo di dollari, i Mujaheddin sono riusciti a entrare nel cuore della città e adesso ne controllano i settori est e sud”, sostiene Cantlie, intenzionato a smentire i media occidentali che negli ultimi giorni hanno parlato di una ritirata dei miliziani dell’Isis da Kobane. 

Ironicamente, l’ostaggio britannico si guarda intorno per mostrare che non ci sono giornalisti occidentali nelle vicinanze, ne tantomento guerrieri curdi del Ypg, Pkk, o peshmerga. 

Ha collaborato all’articolo Luisa Pace.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Condannato a 25 anni l’eroe di “Hotel Rwanda”: salvò 1.200 persone dal genocidio
Esteri / “Russia responsabile dell’assassinio di Litvinenko”: la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo
Esteri / La disperazione di Haiti dopo il terremoto: il fotoreportage su The Post Internazionale
Ti potrebbe interessare
Esteri / Condannato a 25 anni l’eroe di “Hotel Rwanda”: salvò 1.200 persone dal genocidio
Esteri / “Russia responsabile dell’assassinio di Litvinenko”: la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo
Esteri / La disperazione di Haiti dopo il terremoto: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Canada, Trudeau perde la scommessa delle elezioni anticipate: liberali al governo senza maggioranza
Esteri / India, sequestrate tre tonnellate di eroina proveniente dall’Afghanistan
Esteri / Usa: marito e moglie No vax muoiono di Covid, dicevano che il vaccino è “un attacco ai diritti umani”
Esteri / Usa, il video shock degli agenti che frustano migranti al confine con il Messico
Esteri / La donna che sfida i talebani: “Mentre tutti scappano dall’Afghanistan, io ho scelto di rimanere per lottare”
Esteri / Russia, sparatoria all’università di Perm: gli studenti scappano dalle finestre. 8 morti
Esteri / Vince il partito di Putin. Timori su possibili brogli