Hotel vieta ingresso a clienti che pesano più di 130 kg per preservare i mobili: gestori minacciati

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 11 Giu. 2020 alle 17:31
54
Immagine di copertina

Hotel vieta ingresso a chi pesa più di 130 kg per “preservare mobili”: minacce

In Germania negli ultimi giorni si è scatenata un’ondata di polemiche contro un hotel nella Bassa Sassonia che vieta l’ingresso ai clienti che pesano più di 130 kg: a far discutere è soprattutto il motivo di questa richiesta, visto che la struttura ha specificato che l’intenzione è quella di “preservare i mobili” il più a lungo possibile. Per evitare dunque che gli arredi delle stanze e degli spazi comuni si rovinino, l’albergo ha pensato bene di evitare che le persone in evidente sovrappeso frequentino le camere e la piscina. Una decisione che ha scatenato feroci critiche e anche alcune minacce nei confronti dei gestori.

L’hotel in questione si trova nella cittadina costiera di Cuxhaven. Gli utenti di tutto il mondo – una volta che sono venuti a sapere della discutibile iniziativa della struttura – hanno preso di mira il suo sito ufficiale e i canali social. I proprietari hanno ricevuto anche telefonate e lettere anonime, al punto da doversi rivolgere alla polizia. “Non volevamo discriminare, escludere o rifiutare nessuno – hanno fatto sapere – e ad oggi, nessun ospite è stato rifiutato a causa del suo peso corporeo. Il motivo del suggerimento era la lamentela di un ospite. Per proteggerci da ulteriori azioni legali, ci siamo sentiti in dovere di sottolineare le condizioni nelle nostre camere e in altre stanze. Le sedie di design sono veri classici. Quando ci si siede sopra una persona di oltre 130 kg non durano a lungo”.

Leggi anche:

1. L’Hotel di “Vacanze di Natale” denuncia il ministero della Salute cinese: “Gravi omissioni ai danni del nostro turismo” / 2. Hotel in lutto: i soldi del governo non arrivano, e per gli albergatori italiani ora è dramma / 3. Offerta “fuga dal Coronavirus”: la gaffe dell’hotel sardo con la pubblicità sull’epidemia / 4. Coronavirus, De Carlo (Asshotel): “Situazione tragica, più danni dell’11 settembre”

54
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.