Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 11:03
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Hong Kong: vietate le maschere durante le manifestazioni. Proteste in città, erette barricate

Immagine di copertina
Credit: Nicolas ASFOURI / AFP

La decisione è stata annunciata in una conferenza stampa dalla governatrice Lam e ha provocato l'ira dei manifestanti, i quali si sono riversati nel centro della città

Hong Kong: vietate le maschere simbolo delle proteste durante le manifestazioni

Le maschere simbolo delle proteste che da quattro mesi si stanno tenendo a Hong Kong saranno vietate durante tutte le manifestazioni in luoghi pubblici a partire da domani, sabato 5 ottobre.

Lo ha annunciato in una conferenza stampa la governatrice Carrie Lam, accompagnata da 16 ministri del suo gabinetto.

“Una mossa su cui abbiamo discusso questa mattina e che riteniamo necessaria” ha affermato la Lam, aggiungendo che la misura si è resa necessaria per far fronte a “una vera emergenza”.

Secondo il South China Morning Post, la Lam, per far passare il decreto si è servita di un ordinamento risalente al 1922, ovvero all’epoca coloniale britannica, che consentiva al governatore di approvare nuove regole in caso di emergenza o pericolo pubblico.

Cosa sta succedendo a Hong Kong e perché i cittadini stanno protestando

L’ultima volta che Hong Kong era ricorsa a questa normativa era il 1967.

Le reazioni dei manifestanti, però, non sono tardate ad arrivare. Poco dopo l’annuncio della Lam, infatti, centinaia di persone con le maschere si sono riversate nel centro di Hong Kong. In alcune vie della città, inoltre, sono state erette vere e proprie barricate al fine di bloccare la circolazione stradale.

La decisione di vietare le maschere era nell’aria già da tempo, ma ha avuto un’accelerazione decisiva nelle ultime ore dopo gli scontri tra polizia e manifestanti avvenuti martedì 1 ottobre in occasione dei 70 anni della nascita della Repubblica popolare cinese.

La Cina festeggia i 70 anni della Repubblica popolare con un’enorme parata

Scontri durante i quali un manifestante è rimasto gravemente ferito a causa di proiettile sparato da posizione ravvicinata e ad altezza uomo da un poliziotto.

Il video del poliziotto che spara al petto di uno studente durante le proteste

Le maschere, utilizzate dai manifestanti sia per coprire il proprio volto, evitando, così, eventuali ritorsioni da parte della polizia, sia per difendersi dai gas lacrimogeni lanciati dagli agenti, sono diventate dei veri e propri simboli delle proteste che da 4 messi vanno avanti a Hong Kong.

Hong Kong, il bacio tra due manifestanti con la maschera antigas è virale: il video

Ti potrebbe interessare
Esteri / Regno Unito, bambino di 9 anni colpito da un fulmine muore in campo
Esteri / Gaza-Israele: 74 vittime e 380 feriti. Biden difende gli israeliani
Esteri / Com'è iniziato il peggior conflitto degli ultimi anni tra Israele e Gaza
Ti potrebbe interessare
Esteri / Regno Unito, bambino di 9 anni colpito da un fulmine muore in campo
Esteri / Gaza-Israele: 74 vittime e 380 feriti. Biden difende gli israeliani
Esteri / Com'è iniziato il peggior conflitto degli ultimi anni tra Israele e Gaza
Cronaca / “La pandemia poteva essere evitata”: l’inchiesta indipendente che riscrive la storia del Covid
Esteri / Colorado, strage alla festa di compleanno: “Ha ucciso perché non era stato invitato al party”
Esteri / Moni Ovada: “Sono ebreo ma Israele fa una politica infame e strumentalizza la Shoa”
Esteri / India, attore 35enne muore di Covid e lascia un video di denuncia: “Sarei sopravvissuto con cure giuste”
Esteri / Ora è guerra Hamas-Israele: “Lanciati oltre 200 razzi”. Netanyahu: “Continueremo a colpire”
Esteri / Unicef: "Sono i bambini di Gaza a pagare il prezzo più alto: 9 morti e 43 feriti"
Esteri / La campagna del governo cinese per impedire alle donne musulmane dello Xinjiang di avere figli