Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 21:31
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

La Cina festeggia i 70 anni della Repubblica popolare con un’enorme parata

Immagine di copertina
Credit: Xinhua/Xing Guangli)

La Cina festeggia i 70 anni della Repubblica popolare con un’enorme parata

La Repubblica popolare cinese festeggia 70 anni. Dal 1 ottobre 1949 la Cina è una Repubblica popolare in cui il potere è esercitato dal solo Partito Comunista Cinese.

La Cina festeggia l’importante avvenimento con un’enorme parata e celebrazioni in tutto il paese, per sottolineare al mondo intero la “grandezza” della Cina. Nel suo discorso su piazza Tiananmen, a Pechino, prima di passare in rassegna le truppe schierate per la parata militare, il presidente cinese Xi Jinping ha lanciato un forte messaggio: “Nessuna forza può neanche scuotere lo stato della Cina o fermare il popolo e la nazione cinesi dal marciare in avanti”.

“Il popolo cinese e i gruppi etnici hanno raggiunto grandi conquiste che sbalordiscono il mondo negli ultimi 70 anni con sforzi concertati e una dura battaglia”.

E sulla questione di Hong Kong, dove si attendono dure proteste in giornata, dice: “Dobbiamo rimanere impegnati nella strategia di riunificazione pacifica e di un Paese, due sistemi”.

Durante la parata militare a Pechino sono stati mostrati per la prima volta i Df-41, i missili balistici intercontinentali in grado di trasportare fino a dieci testate nucleari e che costituiscono una vera e propria minaccia per gli Stati Uniti. Nel dispiegamento di armi, compaiono anche i Df-58 e i Df-17, i missili supersonici, in grado di volare a una velocità cinque volte superiore a quella del suono e di evitare di essere identificati dai radar.

Per festeggiare l’importante anniversario, sono stati allestiti enormi ritratti dei leader della Repubblica popolare, presenti e passati, che simboleggiano tutti i passaggi della crescita e dell’evoluzione della Cina nei 70 anni dalla sua fondazione: il primo è stato Mao Zedong, seguito da quelli di Deng Xiaoping, Jiang Zemin e Hu Jintao. A chiudere quello dell’attuale leader, Xi Jinping, promotore della “nuova era”.

I 70 anni dalla fondazione della Repubblica Popolare cinese

La Repubblica Popolare cinese era stata istituita il 21 settembre 1949, ma la cerimonia che festeggia la formazione del governo centrale si svolse in piazza Tiananmen il 1 ottobre dello stesso anno. Il governo popolare centrale ha dichiarato che la Giornata nazionale si festeggia dunque il 1 ottobre.

Il governo comunista di Mao ha unificato il paese, dando una struttura economica di tipo socialista al Paese.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Facebook conferma il bando di Trump. Il tycoon sfida il social e lancia la sua piattaforma: “La pagheranno”
Esteri / Basta camerieri, ok a scienziati e ingegneri: al via la stretta sull’immigrazione del Regno Unito
Esteri / Affari e petrolio: Total finanzia da anni la giunta militare in Myanmar
Ti potrebbe interessare
Esteri / Facebook conferma il bando di Trump. Il tycoon sfida il social e lancia la sua piattaforma: “La pagheranno”
Esteri / Basta camerieri, ok a scienziati e ingegneri: al via la stretta sull’immigrazione del Regno Unito
Esteri / Affari e petrolio: Total finanzia da anni la giunta militare in Myanmar
Esteri / Insetti da mangiare: l'Ue autorizza il consumo alimentare delle tarme della farina
Esteri / Israele, Netanyahu non forma il governo: scaduto il mandato
Cronaca / Sul sito della Commissione Ue manca il Recovery Plan dell’Italia
Esteri / Elezioni a Madrid: vincono i popolari, vola l'estrema destra di Vox
Esteri / Un razzo cinese sta rientrando in modo incontrollato sulla Terra: si teme pioggia di detriti
Esteri / Farmaco causa ipersessualità e ludopatia: Pfizer condannata a mezzo milione di risarcimento
Esteri / “Il bacio del principe a Biancaneve non è consensuale”: scoppia il caso per una giostra di Disneyland