Hong Kong, manifestante colpito al torace da spari della polizia: è in gravi condizioni

La tensione in città è altissima: il governo ha diramato l'allerta rossa e ordinato l'evacuazione del parlamento per motivi di sicurezza

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 1 Ott. 2019 alle 12:06 Aggiornato il 10 Gen. 2020 alle 20:03
127
Immagine di copertina

Hong Kong: manifestante colpito al torace da spari della polizia

Tensione ad Hong Kong nel giorno delle celebrazioni per i 70 anni della Repubblica popolare cinese. Negli scontri fra la polizia e gli attivisti pro-democrazia un uomo, uno studente, è stato colpito al torace da un proiettile sparato da un agente in Hoi Pa Street, a Tsuen Wan, ed è in condizioni critiche. Testimoni denunciano che il colpo è stato sparato da vicino e ad altezza uomo e un video lo dimostra.

Il capo della polizia di Hong Kong Stephen Lo ha difeso però i suoi agenti e ha definito gli spari “legali e ragionevoli”. E questo malgrado un colpo abbia raggiunto il torace di uno studente di 18 anni che adesso versa in condizioni gravi.

In una conferenza stampa convocata intorno a mezzanotte, Lo ha spiegato che c’erano condizioni di “estremo pericolo”. In base al fatto che “la vita dell’agente fosse in pericolo, egli ha preso la decisione che ha preso. Penso sia legale e ragionevole”, ha detto.

A seguire, il video diffuso dagli studenti in cui si vede il poliziotto nel momento in cui spara al giovane (Credits: Campus TV, HKUSU)

Tra i feriti, 51 persone (41 uomini e 10 donne), due sono in condizioni molto gravi. Uno di questi è lo studente colpito da un colpo di pistola. C’è anche un bambino di 11 anni tra le persone che hanno avuto bisogno dei soccorsi.

Gli scontri sono avvenuti in 13 distretti di Hong Kong, di cui 9 in cui la polizia ha usato i lacrimogeni per disperdere la folla. La polizia, infatti, è anche tornata a usare i cannoni ad acqua per disperdere i manifestanti. Metro in parte chiusa: diverse stazioni chiuse o inservibili.

Oltre 100 gli arrestati, secondo fonti di polizia citate dai media locali. Confiscati ‘materiali sospetti e armi’. Il governo di Hong Kong ha emesso l’allerta rossa ordinando l’evacuazione immediata del Parlamento.

I cortei si sono tenuti nonostante il divieto della polizia a manifestare. Già nel corso della mattinata italiana (il primo pomeriggio a Hong Kong) si erano verificati momenti ad alta tensione, con la polizia che ha usato prima lo spray al peperoncino e successivamente i gas lacrimogeni.

La repressione di Pechino per i 70 anni della Repubblica Popolare Cinese

Cosa sta succedendo a Hong Kong e perché i cittadini stanno protestando

La Cina festeggia i 70 anni della Repubblica popolare con un’enorme parata

127
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.