Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:15
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Hollande vuole ospitare al Louvre il patrimonio artistico minacciato in Iraq e Siria

Immagine di copertina

Il presidente francese ha lanciato la proposta di accogliere nel nuovo centro di stoccaggio legato al museo parigino i reperti dei siti archeologici minacciati

Il presidente francese François Hollande ha proposto martedì 1 novembre che il futuro centro per la conservazione dei beni artistici, collegato al Museo del Louvre di Parigi, ospiti al suo interno anche il patrimonio artistico dell’Iraq e della Siria, continuamente minacciato dai conflitti e dalle incursioni dei miliziani dell’Isis.

Il nuovo centro di conservazione dei reperti archeologici provenienti dal principale museo parigino sorgerà a Lievin, nel nord della Francia e sarà inaugurato nel 2019.

“La missione principale del centro è quello di ospitare oltre ai reperti e alle opere del Louvre, anche il patrimonio artistico sotto costante minaccia in Iraq e in Siria”, ha dichiarato il presidente francese, dopo aver svelato la targa del futuro centro. 

La decisione di voler ospitare all’interno del centro di Lievin anche i reperti provenienti dai siti archeologici iracheni e siriani sarà presa in occasione della Conferenza internazionale sulla conservazione del patrimonio artistico in pericolo, in programma per il 2 e il 3 dicembre ad Abu Dhabi. 

A questo incontro presiederà la Francia, rappresentata dal presidente Hollande, e parteciperà anche il suo omologo degli Emirati Arabi Uniti, lo sceicco Khalifa bin Zayed Al Nahyan. Intorno al tavolo siederanno anche i rappresentanti di 40 stati. 

Lo scorso 20 settembre a New York, il premier francese ha annunciato inoltre la creazione di un fondo per la salvaguardia del patrimonio minacciato.

Il centro di stoccaggio, in grado di ospitare gran parte delle riserve artistiche del Louvre, sorgerà a 200 chilometri da Parigi, e permetterà di preservare i beni artistici conservati al museo da possibili allagamenti della Senna.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Ambasciata italiana a Mosca: “Italiani valutino se lasciare Russia”
Esteri / Germania: via al tetto al prezzo dell'energia, prevista spesa di 200 miliardi
Esteri / Donne in piazza: in Iran scoppia la rivoluzione del velo
Ti potrebbe interessare
Esteri / Ambasciata italiana a Mosca: “Italiani valutino se lasciare Russia”
Esteri / Germania: via al tetto al prezzo dell'energia, prevista spesa di 200 miliardi
Esteri / Donne in piazza: in Iran scoppia la rivoluzione del velo
Esteri / L’uragano Ian lascia al buio Cuba e devasta la Florida: più di due milioni di persone senza corrente elettrica
Esteri / Gasdotto Nord Stream, scoperta quarta falla. Svezia: “Quarta falla causata da esplosione”
Esteri / Il principe George avverte il compagno di classe: “Stai attento, mio padre sarà Re”
Esteri / Biden sulle elezioni in Italia: "Non c’è da essere ottimisti"
Esteri / Arabia Saudita: Mohammed bin Salman rimpiazza il padre e diventa Primo Ministro
Esteri / L’ambasciata Usa a Mosca ha chiesto ai cittadini americani di lasciare subito la Russia
Esteri / Minaccia nucleare, bando urgente di Mosca per l’acquisto di ioduro di potassio