Me

“Harry, traditore della razza”: condannati i due neonazisti che minacciarono di morte il principe

Di Beatrice Tomasini
Pubblicato il 19 Giu. 2019 alle 19:37 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 19:49
Immagine di copertina
Harry traditore della razza

Harry traditore della razza – Si apriranno le porte del carcere per i due estremisti di destra che avevano minacciato di morte il principe Harry. Michal Szewczuk, 19enne di Leeds, e il 18enne Dunn-Koczorowski di Londra, entrambi di origine polacche, diffondevano messaggi di odio razzista ed esaltazione del nazismo ai danni del Duca di Sussex reo di “aver tradito la razza”.

I due giovani recriminavamo al principe di aver sposato una afroamericana, Meghan Markle, circostanza per cui lo stesso meritava di morire. Non solo, i due fanatici neonazisti inneggiavano anche allo stragista norvegese Anders Breivik, che sterminò 77 studenti sull’isola di Utøya nel 2011, ad Adolf Hitler e al linciaggio di persone bianche sposate o legate sentimentalmente ad altre razze.

Per questo Szewczuk e Koczorowski sono stati condannati al carcere dal tribunale dell’Old Bailey di Londra lo scorso aprile con l’accusa di di incoraggiamento al terrorismo. La sentenza li condanna rispettivamente a quattro anni e a 18 mesi di carcere.

Non solo i due giovani nazisti avevano anche diffuso online istruzioni su come fabbricare ordigni e, nel suo blog, Szewczuk inneggiava anche allo stupro. Il loro processo era stato avviato circa un anno fa su denuncia della “Bbc” che aveva pubblicamente denunciato la loro attività in un programma investigativo.

I due facevano parte di un gruppo di attivisti neonazisti e suprematisti bianchi denominato Sonnenkrieg Division. 

Primo royal tour di baby Archie: Harry e Meghan progettano un viaggio in Africa

Post parto di Meghan Markle, la Duchessa insultata perché “gonfia”: bufera sul web

La Regina Elisabetta non partecipa al battesimo di Archie