Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 07:34
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Haiti rischia una carestia dopo il passaggio dell’uragano Matthew

Immagine di copertina

Se la situazione non verrà gestita bene, entro pochi mesi potrebbe esserci una forte carenza di cibo, ha messo in guardia il presidente a interim Jocelerme Privert

Haiti rischia una vera e propria carestia, in seguito alla “distruzione apocalittica” seguita all’uragano Matthew, ha riferito il presidente a interim Jocelerme Privert. Se la situazione non verrà gestita correttamente, entro tre o quattro mesi potrebbe esserci una forte carenza di cibo nel paese. 

Circa 60mila persone sono rimaste sfollate dopo il passaggio della tempesta e oltre 900 sono morte. Almeno un milione e mezzo di persone necessita di assistenza in questo momento. Circa trecento scuole sono state gravemente danneggiate. 

Il segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon ha invocato una “risposta massiccia” per aiutare il paese.

Interi villaggi sono stati spazzati via, migliaia di case, raccolti e riserve di cibo. Cibo, acqua e medicine continuano a mancare. 

“Dopo quello che ho visto con i miei occhi ieri, ci sarà bisogno di un grande sforzo per ricostruire ciò che è stato distrutto”. Matthew è stato l’uragano peggiore ad aver colpito la regione nell’ultimo decennio. 

Le Nazioni Unite hanno lanciato un piano di emergenza da 120 milioni di dollari di aiuti da spalmare nei prossimi tre mesi.

I funzionari delle organizzazioni umanitarie stanno ancora lottando per raggiungere le zone più colpite per portare cibo, acqua potabile e vestiario.

Molti casi di colera sono stati registrati nel paese. Ci sono crescenti timori che le inondazioni possano causare un’epidemia di dimensioni simili a quella che si è verificata dopo il distruttivo terremoto del 2010. 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Tonga, un uomo è sopravvissuto 27 ore in mare dopo lo tsunami
Esteri / Olanda: “Pronti a fornire supporto militare all’Ucraina”
Esteri / L’Ue ristabilisce una “presenza minima” in Afghanistan: “Ma non riconosciamo i talebani”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Tonga, un uomo è sopravvissuto 27 ore in mare dopo lo tsunami
Esteri / Olanda: “Pronti a fornire supporto militare all’Ucraina”
Esteri / L’Ue ristabilisce una “presenza minima” in Afghanistan: “Ma non riconosciamo i talebani”
Esteri / L’Ucraina accusa la Russia: “Ha aumentato le forniture militari a separatisti”
Esteri / L’Austria approva l’obbligo vaccinale: è il primo Paese in Europa
Esteri / Dopo un anno di presidenza Biden la rotta migratoria Messico-Usa è ancora un inferno: la denuncia di Msf
Esteri / Pedofilia, quasi 500 vittime di abusi nella diocesi di Monaco. Ratzinger non agì di fronte a 4 casi
Esteri / “Fateci pagare più tasse”: l’appello di cento super ricchi ai grandi della terra
Esteri / Djokovic ha comprato l’80% di un’azienda che lavora a una cura per il Covid
Esteri / Regno Unito, Johnson annuncia la fine delle restrizioni: ma la pandemia corre ancora