Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

“Io resto a Kiev”: Il presidente Zelensky invia un videomessaggio alla popolazione dalla finestra dell’ufficio presidenziale: Sono qui, non mi nascondo, non ho paura di nessuno.” | VIDEO

Guerra in Ucraina, Zelensky: “Io resto a Kiev, non ho paura” | VIDEO

Zelensky ha inviato un video messaggio nella serata di ieri riprendendosi dalla finestra dell’ufficio presidenziale di Kiev, per dimostrare alla popolazione che non ha nessuna intenzione di scappare e che resterà dov’è.

“Io resto a Kiev,” ha detto il presidente, fornendo addirittura l’indirizzo del suo ufficio situato a Bankova street, nel centro della capitale.

“Non mi nascondo, e non ho paura di nessuno. Per tutto il tempo che ci vorrà per vincere questa guerra,” ha aggiunto il presidente ucraino nel suo video messaggio.

Zelensky ha espresso la sua gratitudine ai cittadini ucraini per la loro resistenza: “Hanno dimenticato che non abbiamo paura delle risaie e dei manganelli, non abbiamo paura dei carri armati, non abbiamo paura delle mitragliatrici, quando abbiamo dalla nostra parte la cosa più importante: la verità.”

Nel video di circa otto minuti pubblicato verso le 22.00 dal canale ufficiale dell’Ufficio presidenziale, Zelensky ha inoltre fatto il punto della situazione sul suolo ucraino elencando le principali città sotto attacco, che ad oggi sono: Mariupol e Kharkiv, Chernihiv e Sumy, Odesa e Kyiv, Mykolaiv, Zhytomyr e Korosten e Ovruch.

Riguardo ai corridoi umanitari, il presidente ucraino ha dichiarato che nonostante fosse stato raggiunto un accordo sui corridoi, i rifugiati si sono trovati la strada sbarrata dai carri armati russi. “Hanno anche minato la strada concordata per trasportare cibo e medicine verso la popolazione e i bambini di Mariupol. Distruggono perfino gli autobus che dovrebbero evacuare le persone,” ha dichiarato. “Lo stanno facendo per dirottare qualche decina di rifugiati verso i corridoi umanitari organizzati da loro, dove ad aspettarli c’è la tv e la loro macchina della propaganda. Solo cinismo, solo propaganda. Niente di più. Nessun senso umanitario.”

Ti potrebbe interessare
Esteri / Regno Unito, ospita rifugiata ucraina: lascia moglie e figli e scappa con lei
Esteri / Pakistan, due sorelle uccise “per onore” dai suoceri: volevano divorziare dai cugini
Esteri / Guerra in Ucraina, Zelensky: "Situazione critica nel Donbass. Mosca ruba il grano". I russi intensificano gli attacchi. Francia: "15-20 anni per Kiev nell'Ue"
Ti potrebbe interessare
Esteri / Regno Unito, ospita rifugiata ucraina: lascia moglie e figli e scappa con lei
Esteri / Pakistan, due sorelle uccise “per onore” dai suoceri: volevano divorziare dai cugini
Esteri / Guerra in Ucraina, Zelensky: "Situazione critica nel Donbass. Mosca ruba il grano". I russi intensificano gli attacchi. Francia: "15-20 anni per Kiev nell'Ue"
Esteri / Afghanistan, le giornaliste sfidano i talebani: in tv a viso scoperto
Esteri / Australia, i laburisti vincono le elezioni
Cinema / Cannes, donna in topless sul red carpet per protesta contro gli stupri in Ucraina | VIDEO
Esteri / Chi sono i tre italiani rapiti in Mali: Rocco Langone, Maria Caivano e il figlio Giovanni
Cultura / In Bielorussia il governo vieta il romanzo “1984” di George Orwell
Esteri / “Putin circondato dai medici, curato anche tra una riunione e l’altra”: le nuove voci sul suo stato di salute
Esteri / Sharm El Sheikh, bimba abruzzese di 13 mesi cade dal balcone e muore