Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 10:37
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Il governo afghano ha annunciato che i Taliban sono stati sconfitti a Kunduz

Immagine di copertina

Nei giorni precedenti i miliziani avevano lanciato un attacco per conquistare la strategica città nel nord del paese

Il governatore della provincia di Kunduz in Afghanistan, Asadullah Amarkhil, ha annunciato che i Taliban, che nella notte tra il 2 e il 3 ottobre avevano attaccato la città, penetrando nelle aree urbane, sono stati respinti.

I combattimenti si sono interrotti e numerosi Taliban sono stati uccisi, addirittura “centinaia di combattenti”, secondo il capo della polizia di Kunduz Mohammad Qasim Jangalbagh.

I Taliban erano riusciti a entrare in città nella mattina di lunedì 3 ottobre e avevano conquistato alcune postazioni militari, ma nella sera le forze di polizia locale, con il supporto delle forze speciali dell’esercito sono riuscite a recuperare il terreno perso.

Nel 2015 Kunduz era già stata conquistata dai Taliban, in quella che era stato una delle principali vittorie nei confronti del governo appoggiato dall’occidente. I Taliban furono costretti ad abbandonare la città quattro giorni più tardi, ma il segnale nei confronti dell’esercito afghano era stato chiaro.

Da quando le truppe della coalizione internazionale hanno smesso di combattere attivamente in Afghanistan, i Taliban, infatti, hanno conquistato il controllo di ampie parti di territorio. L’esercito sta combattendo gli insorti in 34 province dell’Afghanistan, cioè in quasi la metà del territorio statale.

Kunduz è una delle più grandi città afghane ed è strategica per il controllo del nord del paese. Inoltre, ha un forte valore simbolico per i Taliban, perché è stata una roccaforte del loro potere prima dell’intervento degli Stati Uniti nel 2001. 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Così il dittatore torna “utile”: l’Ue offre 3,5 miliardi alla Turchia di Erdogan per bloccare i migranti
Esteri / Britney Spears: “Basta tutela paterna, rivoglio la mia vita”. E porta in tribunale la famiglia
Esteri / Scuole bombardate e senza corrente elettrica: a Gaza iniziano gli esami di maturità
Ti potrebbe interessare
Esteri / Così il dittatore torna “utile”: l’Ue offre 3,5 miliardi alla Turchia di Erdogan per bloccare i migranti
Esteri / Britney Spears: “Basta tutela paterna, rivoglio la mia vita”. E porta in tribunale la famiglia
Esteri / Scuole bombardate e senza corrente elettrica: a Gaza iniziano gli esami di maturità
Esteri / Crisi umanitaria in Etiopia: raid contro un mercato nel Tigray, decine di vittime
Esteri / Mar Nero, russi sparano colpi di avvertimento contro una nave britannica
Esteri / Dimentica di essere sposato per via dell'Alzheimer e fa una seconda proposta alla moglie
Esteri / Von der Leyen contro la legge ungherese anti-Lgbt: “È una vergogna”
Esteri / Hong Kong: dopo gli arresti chiude l’Apple Daily, principale quotidiano pro-democrazia
Esteri / Il presidente delle Filippine Duterte minaccia l’arresto per chi rifiuta il vaccino
Esteri / Madrid concede la grazia ai separatisti catalani condannati per il referendum del 2017