“L’Italia ha fallito ma fa pressione sull’Europa”: la trattativa sul Recovery Fund vista dai giornali olandesi

Di Anna Ditta
Pubblicato il 20 Lug. 2020 alle 09:44 Aggiornato il 20 Lug. 2020 alle 10:18
87
Immagine di copertina

“L’Italia ha fallito ma fa pressione sull’Europa”: la trattativa sul Recovery Fund vista dai giornali olandesi

Il tiro alla fune tra il premier Giuseppe Conte e il primo ministro olandese Mark Rutte sul Recovery Fund è una notizia di primo piano anche sui giornali olandesi, con articoli che danno conto del mancato accordo nonostante i giorni di negoziati al Consiglio europeo (qui le ultime notizie). Una posizione molto netta in favore dei paesi “frugali” di cui l’Olanda di Rutte è capofila” e contro i paesi mediterranei è quella del settimanale sovranista Elsevier Weekblad, che definisce “surreale” il vertice.

In un articolo di opinione pubblicato sul settimanale di destra, il corrispondente Jelte Wiersma sostiene che il fondo proposto è così esiguo che “non fa alcuna differenza” e che “il vertice riguarda una questioone di principio: i paesi possono scaricare i loro fallimenti sull’Unione europea (Ue), e quindi sui paesi forti, oppure no?”. Per il giornalista i fondi ci sono, ma i paesi non riescono a spenderli correttamente. “La Germania è a malapena in grado di migliorare le infrastrutture a causa della mancanza di ingegneri qualificati”, scrive.

“L’Italia non è in grado di trasferire aiuti di emergenza nazionali alle vittime sul conto bancario. Piuttosto che sfruttare l’energia politica per risolvere questo fallimento interno, la cancelliera Angela Merkel (CDU) e il primo ministro italiano Giuseppe Conte (senza partito) stanno usando le loro energie per spingere l’Ue a creare un fondo di ricostituzione e un bilancio Ue più elevato”: una stoccata alla linea sostenuta non solo da Conte ma anche da Merkel e Macron sugli aiuti.

Lo stesso giornale, alla fine di maggio ha pubblicato una copertina offensiva nei confronti dei cittadini dell’Europa del Sud (raffigurati a godersi il sole in ozio mentre gli olandesi lavorano). In senso opposto la posizione della testata olandese de Volkskrant, vicina all’area di sinistra, che sostiene che la linea di Rutte può avere conseguenze controproducenti in Europa, mentre il giornale olandese in lingua inglese NL Times ricorda che negli ultimi mesi il primo ministro è stato accusato spesso di non mostrare alcun senso di solidarietà né empatia verso le difficoltà che i paesi Ue più colpiti hanno vissuto durante l’emergenza Coronavirus.

Leggi anche: 1. Recovery Fund, due nuove proposte di Michel. Fonti italiane: “Passi in avanti nella trattativa”. Oggi giornata decisiva per l’accordo /2. Ritratto di Mark Rutte, il “Signor no” del Recovery Fund

4. In Europa la differenza tra paesi non è nord/sud ma indebitati e poco indebitati / 5. Carlo Cottarelli a TPI: “Oggi non è il momento di risparmiare

87
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.