Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:08
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

In Giappone si lavora troppo

Immagine di copertina

Il governo ha presentato una legge che invita le imprese a ridurre l'orario lavorativo per prevenire le numerose morti da troppo lavoro

Il governo giapponese ha presentato una legge che vuole incentivare le aziende a ridurre l’orario lavorativo. Questa legge vuole contrastare il diffuso fenomeno dei karoshi, ovvero i morti per troppo lavoro, le centinaia di persone che ogni anno in Giappone muoiono per ictus o infarti causati da troppo lavoro.

Oltre a questo fenomeno, in Giappone nel 2013 sono avvenuti oltre 2mila suicidi legati al lavoro.

In Giappone, infatti, è molto diffusa la cultura per cui è bene mostrare la massima dedizione alla propria azienda, lavorando più ore possibile e non lasciando il posto di lavoro prima del proprio capo.

Oltre a questo, dati diffusi dal governo hanno registrato che nel 2013 il 16 per cento dei lavoratori giapponesi non ha usufruito delle ore di ferie che gli spettano di diritto.

La legge presentata dal governo esenta i quadri aziendali con uno stipendio superiore agli 80mila euro dal rispetto dell’orario di lavoro. Questo vorrebbe puntare a rendere maggiormente autonomi i lavoratori nell’organizzarsi e nel gestire il proprio orario, passando meno ore sul posto di lavoro.

La Keidarnen, la Confindustria giapponese, si è detta favorevole alla legge, sostenendo che possa premiare meglio le capacità dei lavoratori. Tuttavia, in un Paese dove circa il 22 per cento dei lavoratori lavora ancora oltre 50 ore a settimana, l’organizzazione del tempo potrebbe risultare complessa.

Il professor Koji Morioka della Kansai University di Osaka ha riferito che la legge potrebbe trasformarsi, invece, in un incentivo a prolungare gli orari oltre la fascia suggerita, oltre tutto senza retribuzione.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Il nuovo capo dell’Interpol è Ahmed Naser al-Raisi, un generale accusato di torture e arresti arbitrari
Esteri / “Giulio Regeni ucciso per una rivalità tra servizi segreti”: le rivelazioni di un’inchiesta francese
Esteri / Comprò voti per portare le Olimpiadi a Rio de Janeiro: Nuzman condannato a 30 anni di carcere
Ti potrebbe interessare
Esteri / Il nuovo capo dell’Interpol è Ahmed Naser al-Raisi, un generale accusato di torture e arresti arbitrari
Esteri / “Giulio Regeni ucciso per una rivalità tra servizi segreti”: le rivelazioni di un’inchiesta francese
Esteri / Comprò voti per portare le Olimpiadi a Rio de Janeiro: Nuzman condannato a 30 anni di carcere
Cronaca / Russia, incidente in una miniera di carbone in Siberia: 52 morti
Esteri / Covid, la nuova variante Omicron è arrivata in Europa: primo caso rilevato in Belgio
Esteri / Dalla Germania alla Cina: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Corea del Nord: condannato a morte per aver importato una copia di Squid Game
Esteri / Le storie dei lavoratori che sfidano Amazon nel giorno del Black Friday
Cronaca / Sudafrica, rilevata nuova variante Covid-19: “Minaccia grave”
Esteri / Iran, uccise la fidanzata a 17 anni: impiccato 25enne. Amnesty: “Ha confessato sotto tortura”