Covid ultime 24h
casi +13.571
deceduti +524
tamponi +279.762
terapie intensive -26

L’imbarazzante gaffe di Trump con la sopravvissuta: “E perché ti hanno dato il Nobel?” | VIDEO

L'incontro alla Casa Bianca e le figure imbarazzanti del presidente degli Usa

Di Maria Teresa Camarda
Pubblicato il 20 Lug. 2019 alle 20:02 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 00:23
0

Gaffe Trump Premio Nobel | La domanda imbarazzante di Trump a Nadia Murad

“Perché ti hanno dato il Nobel?”. La gaffe di Donald Trump col premio Nobel Nadia Murad fa il giro del mondo.

Il presidente Usa incontrando ieri, venerdì 19 luglio, ala Casa Bianca un gruppo di sopravvissuti alle persecuzioni religiose di tutto il mondo, era evidentemente in difficoltà, perché non conosceva approfonditamente le storie delle persone che aveva davanti.

Trump parlando con Nadia Murad, ventiseienne attivista yazida per i diritti umani, insignita nel 2018 del premio Nobel per la pace insieme al medico e attivista congolese Denis Mukwege, per esempio, la guarda interdetto. Ascolta la sua storia, poi, di fronte all’imbarazzo di tutti i presenti le fa l’ultima domanda che ci si aspetterebbe.

“E quindi hai vinto il premio Nobel? È incredibile. Te l’hanno dato per quale ragione? Forse puoi spiegarlo”, le chiede.

La risposta arriva senza un accenno di cedimento: “Per quale ragione? Per questo, per tutto ciò che mi è capitato. Ho denunciato al mondo che l’Isis aveva stuprato migliaia di donne Yazide. Quella fu la prima volta che una donna dell’Iraq usciva allo scoperto e parlava di quello che era successo”.

“Oh, davvero?”, ha commentato il presidente, lasciando tutti sconcertati.

La giovane aveva appena finito di raccontare quel terribile giorno in cui le milizie dell’Isis, arrivate nel villaggio di Kocho, nel Sinjar, Iraq del nord, distrussero in poche ore il mondo che fino ad allora aveva conosciuto, uccidendo la madre e i suoi sei fratelli.

“Dove sono loro adesso?”, l’aveva interrotta Trump. “Li hanno uccisi, sono in una fossa comune a Sinjar”, ha risposto Nadia Murad.

Il premio Nobel ha chiesto comunque al tycoon di fare qualcosa per far tornare a casa mezzo milione di Yazidi, minoranza etno-religiosa irachena, fuggiti nel 2014 in Germania per evitare di essere massacrati dai miliziani del Califfato islamico.

> Chi è Nadia Murad, ex schiava dell’Isis che ha vinto il Nobel per la pace 2018

Le domande imbarazzanti di Trump

Nadia Murad non è stata la sola che il presidente Trump ha messo in difficoltà. Come si vede dal video caricato su Youtube dalla Casa Bianca. Tra i sopravvissuti delle persecuzioni religiose c’era anche un Rohingya del Bangladesh. “Vorremmo tornare a casa, qual è il piano per aiutarci?”, chiede al presidente Trump. Ma lui non ha idea di dove sia il Bangladesh: “Dove si trova di preciso?”, ha chiesto.

Mentre quando è toccato parlare a Esther, una donna nigeriana scappata da Boko Haram, il presidente Trump commenta soltanto, tenendole la mano: “È dura vero?”.

> Qui tutte le notizie su TPI di Mondo

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.