Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 22:11
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

I fratelli Coen realizzeranno per la prima volta una miniserie tv

Immagine di copertina

I fratelli del cinema d'autore si cimenteranno per la prima volta col mezzo televisivo, realizzando una storia ambientata nel vecchio West

I fratelli Coen, come ormai già molti celebrati uomini di cinema prima di loro, saranno a breve protagonisti anche nell’arena televisiva, visto che come ha annunciato Variety, il duo ha in programma di realizzare una miniserie di genere western.

Joel e Ethan Coen, rispettivamente sceneggiatore e regista di film di culto come Fargo, Il grande Lebowski, Fratello, dove sei?, Non è un paese per vecchi e dell’ultimo Ave, Cesare!, saranno infatti coinvolti come autori principali in un progetto intitolato The Ballad of Buster Scruggs, che sarà prodotto dalla casa di produzione Annapurna Television, guidata dalla ex presidente della HBO Sue Naegle.

Secondo Variety, la serie dei Coen potrebbe essere gestita con un approccio finora inedito, per esempio combinando una distribuzione televisiva a una cinematografica, anche se non ci sono ancora dettagli precisi al riguardo.

Anche sulla trama tutto tace, e l’unico aspetto finora noto è il fatto che ci saranno sei storie diverse che si intrecceranno tra loro. 

Non si tratta della prima incursione del cinema d’autore nel mondo televisivo: l’anno scorso c’era stata la grande firma di Martin Scorsese dietro Vinyl, andato in onda su HBO (ma cancellato dopo una stagione per lo scarso riscontro di pubblico); poi Woody Allen, che sulla piattaforma Amazon Prime aveva realizzato i sei episodi della serie comica Crisis in Six Scenes, e ancora il Baz Luhrmann di Moulin Rouge con The Get Down, e David Fincher (regista di Seven e Fight Club), che ha diretto il primo episodio e ha prodotto il grande successo di Netflix House of Cards.

Senza poi dimenticare David Lynch, il visionario regista di film come Velluto blu e Mulholland Drive, che fu uno tra i primi a esplorare l’ambito televisivo con Twin Peaks nel 1990, e a maggio di quest’anno tornerà con la terza stagione di quella serie abbandonata senza un finale 26 anni fa.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Ti potrebbe interessare
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Buckingham Palace e la Torre di Londra potrebbero finire in fondo al mare: lo studio
Esteri / Dall’Austria all’Etiopia: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Farnesina, gioco delle coppie all’ambasciata in Russia: parentopoli all’italiana
Esteri / Sei vegano? Nel Regno Unito puoi esimerti dal vaccino anti-Covid: “È come una fede religiosa”
Esteri / La regina Elisabetta come Greta: "I leader parlano di ambiente, ma non fanno niente"
Esteri / Quattro podcast che raccontano quattro storie di giovani donne afghane
Esteri / Dalla conversione all’Islam ai precedenti: chi è l’attentatore di Kongsberg armato di arco e frecce