Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 15:36
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Francia, jihadista accoltella due secondini in carcere

Immagine di copertina
MONIER/AFP

Francia, un detenuto che si era radicalizzato in carcere ha accoltellato due guardie prima di barricarsi, per l’intero giorno, insieme alla compagna, nella sala visite del penitenziario di massima di sicurezza di Condè-sur-Sarthe, nell’ovest del Paese.

L’assedio è andata avanti per dieci ore, fino a quando le forze speciali della polizia francesi non hanno lanciato il blitz: i due sono rimasti feriti dai colpi sparati dalle teste di cuoio.

La donna, anche lei armata con un coltello artigianale, è deceduta.

La giornata di terrore nel penitenziario è iniziata alle 9.45, quando il 27enne Michael Chiolo ha colpito con un coltello di ceramica – urlando “Allahu Akbar” – due guardie.

Si è poi barricato, assieme alla sua compagna, nello spazio dedicato alle famiglie.

Alle 18.40, dopo dieci ore di trattative, le forze speciali hanno realizzato l’assalto che ha portato all’arresto dei due.

I due secondini feriti – colpiti al petto e al viso – sono stati ricoverati in ospedale ma non in gravi condizioni.

La ministra della Giustizia, Nicole Belloubet, che a mezzogiorno aveva parlato di terrorismo, nel pomeriggio si è recata anche lei sul posto e ha fatto visita ai secondini feriti. Il procuratore dell’antiterrorismo di Parigi ha aperto un’inchiesta.

Il 27enne – convertito all’Islam nel 2010 e radicalizzato in carcere – scontava una condanna di trent’anni per sequestro di persona, tortura e omicidio: sarebbe tornato in libertà solo nel 2038.

Nel novembre del 2015, quando era già imprigionato a Mulhouse in attesa di giudizio in appello, era stato condannato a un anno di prigione per aver chiesto ai suoi compagni di prigione di replicare gli attacchi al Bataclan.

Ti potrebbe interessare
Esteri / La crisi del Libano: viaggio nel Paese dove la politica settaria tiene in ostaggio la giustizia
Esteri / Tensioni UE-Polonia, Morawiecki: “Se vorranno la terza guerra mondiale ci difenderemo con tutte le armi”
Esteri / Colpo di Stato in Sudan: arrestati il capo del governo Hamdok e altri ministri
Ti potrebbe interessare
Esteri / La crisi del Libano: viaggio nel Paese dove la politica settaria tiene in ostaggio la giustizia
Esteri / Tensioni UE-Polonia, Morawiecki: “Se vorranno la terza guerra mondiale ci difenderemo con tutte le armi”
Esteri / Colpo di Stato in Sudan: arrestati il capo del governo Hamdok e altri ministri
Esteri / Boom di contagi nel Regno Unito, il governo corre ai ripari e apre al Green Pass
Esteri / Colombia, catturato il narcotrafficante Otoniel. Il presidente Duque: "È il colpo del secolo"
Esteri / Erdogan espelle 10 ambasciatori occidentali tra cui Usa e Francia
Esteri / I vincitori del Wildlife Photographer of the Year 2021
Esteri / Un sistema progettato per evitare la tirannia della maggioranza ha creato la tirannia della minoranza
Esteri / Senatore eletto coi brogli. Ma neanche ora che è stato scoperto dovrà restituire un euro
Esteri / Esercito Europeo: cos’è, come funziona e chi ne fa parte