Covid ultime 24h
casi +26.323
deceduti +686
tamponi +225.940
terapie intensive -20

Decine di vittime in un mercato di fuochi d’artificio in Messico

Il popolare mercato di San Pablito era affollatissimo quando si sono verificate sei esplosioni, oltre 30 le vittime e diverse decine di feriti

Di TPI
Pubblicato il 21 Dic. 2016 alle 08:17 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 19:07
0
Immagine di copertina

Una serie di devastanti esplosioni hanno distrutto un mercato di fuochi d’artificio a circa 30 chilometri da Città del Messico uccidendo più di trenta persone e ferendone decine, martedì 20 dicembre 2016.

Le immagini diffuse dalle emittenti televisive hanno mostrato i fuochi d’artificio esplodere nel cielo pomeridiano mentre dal mercato si alzavano spesse colonne di fumo.

Non si tratta del primo incidente del genere, è la terza volta che le esplosioni hanno colpito il popolare mercato di San Pablito a Tultepec. Questa volta, il posto era affollato di persone che acquistavano fuochi d’artificio con cui festeggiare il Natale.

Le esplosioni hanno scatenato il caos. Alcuni bambini che hanno subito bruciature sul 90 per cento del corpo sono stati trasportati oltre confine nella città americana di Galveston, in Texas.

Il procuratore federale ha aperto un’inchiesta per capire le circostanze dell’incidente e come si sono innescate le sei esplosioni. 

La mancanza di misure di sicurezza appare la principale responsabile della tragedia. Tuttavia, le autorità hanno riferito che gli ispettori hanno fatto visita al mercato il mese scorso senza rilevare irregolarità.

L’ultimo bilancio disponibile parla di 31 vittime, la maggior parte delle quali morte sul posto, e di almeno 70 feriti. Oltre l’80 per cento dei 300 stand e bancarelle del mercato è andato distrutto.

(alcune immagini delle esplosioni trasmesse dalla Abc. Credit: YouTube)

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.