Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:44
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Un’esplosione fuori da una moschea in Siria provoca la morte di un gruppo di fedeli

Immagine di copertina

La città di Latakia è una roccaforte del presidente siriano Assad. La scorsa settimana 150 persone sono morte in una serie di attentati dell’Isis in due città vicine

Una bomba esplosa vicino all’ingresso della moschea di Latakia, in Siria, ha provocato giovedì 2 giugno la morte di almeno tre persone. Decine i feriti, secondo quanto riportato dalla televisione libanese Al Manar, controllata da Hezbollah.

L’esplosione è avvenuta mentre i fedeli stavano uscendo dal luogo di preghiera. Il bilancio delle vittime è ancora incerto, ma alcuni media locali parlano di tre vittime. I soccorritori stanno trasportando i feriti negli ospedali della città. L’attentato non è stato ancora rivendicato.

Latakia, sulla costa mediterranea della Siria è una roccaforte del presidente siriano Bashar al-Assad. L’Isis la scorsa settimana ha colpito con una serie di attacchi la provincia fedele al dittatore siriano, provocando la morte di 150 persone a Jableh e Tartous, due città a pochi chilometri a sud di Latakia.

Questa mattina un cacciabombardiere russo Su-34 aveva distrutto in Siria una raffineria di petrolio controllata dai jihadisti dell’Isis vicino Ras al-Ayn, nella provincia di Hasakah.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Minacce di morte a Megan Markle: cosa è successo alla moglie di Harry
Esteri / Genitori No vax bloccano l’operazione che può salvare la vita del figlio: “Non vogliamo sangue di vaccinati”
Esteri / Il leader ceceno Kadyrov risponde al Papa: “Vergognoso, è rimasto vittima della propaganda”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Minacce di morte a Megan Markle: cosa è successo alla moglie di Harry
Esteri / Genitori No vax bloccano l’operazione che può salvare la vita del figlio: “Non vogliamo sangue di vaccinati”
Esteri / Il leader ceceno Kadyrov risponde al Papa: “Vergognoso, è rimasto vittima della propaganda”
Esteri / Monaci positivi al test antidroga: chiuso un tempio buddhista
Esteri / Chi era la 16enne iraniana uccisa perché indossava un cappello da baseball al posto del velo
Esteri / Singapore, abrogata la legge che puniva sesso gay: risaliva all’epoca coloniale
Esteri / Per 11 giorni aggrappati al timone di una petroliera: tre migranti sopravvivono alla traversata dalla Nigeria alle Canarie
Esteri / L’allarme di Kiev: “Navi russe con 84 missili nel Mar Nero e nel Mediterraneo”
Esteri / Qatar, un alto dirigente ammette che i lavoratori morti per preparare i Mondiali sono stati “tra i 400 e i 500”
Esteri / “Diritti tutelati dalla legge”: la Cina si difende dalle accuse di repressione del dissenso per le politiche anti-Covid