Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 17:36
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Caso Emanuela Orlandi, il Vaticano apre un’inchiesta

Immagine di copertina

Emanuela Orlandi Vaticano inchiesta – Secondo quanto riferito dall’avvocato della famiglia Orlandi Laura Sgrò, il Vaticano ha deciso di aprire un’inchiesta sulla scomparsa di Emanuela Orlandi, la giovane residente nel territorio della Santa Sede sparita nel giugno del 1983.

“Stiamo seguendo gli sviluppi delle indagini delle Autorità vaticane auspicando in una piena collaborazione, proseguendo comunque nelle nostra attività di indagini difensive”, ha riferito l’avvocato.

Pietro Orlandi, fratello di Emanuela, ha commentato così la notizia. “Dopo 35 anni il Vaticano finalmente indaga ufficialmente sulla scomparsa di mia sorella. Speriamo che sia arrivato finalmente il momento per giungere alla verità e dare giustizia a Emanuela”.

>> Il mistero irrisolto della scomparsa di Emanuela Orlandi

Emanuela Orlandi è scomparsa all’età di 15 la sera del 22 giugno 1983: quel giorno, finita la lezione di flauto presso la scuola di musica Tommaso Ludovico da Victoria in piazza Sant’Apollinare, nel centro di Roma, la ragazza chiamò sua sorella per dirle che le era stato proposto un lavoro come promotrice di prodotti cosmetici.

Da quel momento non si ebbero più notizie della giovane.

Indagando sulla sua scomparsa, gli inquirenti hanno seguito diverse piste tra cui alcune che riconducevano a allo Stato Vaticano e all’Istituto per le Opere di Religione (Ior).

Ti potrebbe interessare
Cronaca / “La pandemia poteva essere evitata”: l’inchiesta indipendente che riscrive la storia del Covid
Esteri / Colorado, strage alla festa di compleanno: “Ha ucciso perché non era stato invitato al party”
Esteri / Moni Ovada: “Sono ebreo ma Israele fa una politica infame e strumentalizza la Shoa”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / “La pandemia poteva essere evitata”: l’inchiesta indipendente che riscrive la storia del Covid
Esteri / Colorado, strage alla festa di compleanno: “Ha ucciso perché non era stato invitato al party”
Esteri / Moni Ovada: “Sono ebreo ma Israele fa una politica infame e strumentalizza la Shoa”
Esteri / India, attore 35enne muore di Covid e lascia un video di denuncia: “Sarei sopravvissuto con cure giuste”
Esteri / Ora è guerra Hamas-Israele: “Lanciati oltre 200 razzi”. Netanyahu: “Continueremo a colpire”
Esteri / Unicef: "Sono i bambini di Gaza a pagare il prezzo più alto: 9 morti e 43 feriti"
Esteri / La campagna del governo cinese per impedire alle donne musulmane dello Xinjiang di avere figli
Esteri / Per la prima volta una donna alla guida del Washington Post: la nuova direttrice è Sally Bazbee
Esteri / Cipro, peschereccio italiano speronato da barche turche
Esteri / L’Lsd sarà legale negli Usa: “Può curare malattie mentali gravi”