Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:53
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Hong Kong sfida Pechino eleggendo giovani candidati radicali

Immagine di copertina

La tornata elettorale di domenica ha portato in parlamento volti nuovi e risoluti che si oppongono all'influenza cinese e sognano l'indipendenza

Numerosi candidati democratici e indipendentisti hanno ottenuto dei seggi alle elezioni di domenica 4 settembre 2016 per il Consiglio legislativo di Hong Kong. 

Pechino non ha gradito il successo dei candidati radicali e ha dichiarato che si oppone in maniera categorica a ogni forma di indipendenza per Hong Kong, asserendo che violerebbe la costituzione della Cina e che minerebbe la sicurezza e la prosperità della città.

La Cina respinge qualsiasi forma di dissenso venga manifestata nell’ex colonia britannica, mentre Hong Kong mal sopporta l’ingerenza di Pechino negli affari cittadini.

Queste elezioni hanno consentito al blocco democratico dell’opposizione di ottenere un terzo dei 70 seggi disponibili, sufficiente a porre il veto sulle proposte di legge e sulla spesa pubblica e utile a controbilanciare l’influenza cinese.

Entrano in aula alcuni volti nuovi, giovani e risoluti, tra cui il 23enne Nathan Law che aveva guidato le proteste di massa contro il partito comunista cinese nel 2014.

La Cina ha ottenuto il controllo di Hong Kong dal Regno Unito nel 1997 e secondo l’accordo concordato allora si è impegnata a garantire 50 anni di relativa autonomia alla città, fecondo centro commerciale e finanziario.

Pechino non intende prendere in considerazione alcuna istanza separatista, ma la popolazione locale ha in più occasioni manifestato di non gradire il giogo cinese, con la sua limitazione delle libertà e dei diritti, e in questa tornata elettorale sembra aver sposato un atteggiamento di aperta sfida nei confronti della Cina.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, in Texas torna in vigore una legge del 1925 che vieta l’aborto e lo punisce col carcere
Esteri / Corte Suprema anti-aborto: così da 250 anni i giudici sono al servizio della destra
Esteri / Messico, albergatore italiano ucciso a colpi di pistola: stava andando a prendere le figlie a scuole
Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, in Texas torna in vigore una legge del 1925 che vieta l’aborto e lo punisce col carcere
Esteri / Corte Suprema anti-aborto: così da 250 anni i giudici sono al servizio della destra
Esteri / Messico, albergatore italiano ucciso a colpi di pistola: stava andando a prendere le figlie a scuole
Esteri / Guerra in Ucraina, ultime notizie. Potenti esplosioni avvertite a Mykolaiv, nuovi aiuti dagli Usa. Cingolani: “Se Mosca chiudesse il gas, l’inverno potrebbe essere difficile”
Esteri / Mamma vegana costringe il figlio a mangiare solo frutta e verdura cruda per 18 mesi: lui muore di fame
Esteri / L’ex presidente ucraino Poroshenko a TPI: “L’Ue non ci basta, ora vogliamo la Nato. Putin? È un criminale”
Esteri / Covid, Kim Jong-un: “Il virus è stato mandato dalla Corea del Sud con i palloncini”
Esteri / Covid trasmesso da gatto all’uomo: il primo caso documentato
Esteri / Guerra in Ucraina, missili su palazzo a Odessa: salgono a 19 le vittime. Mosca: la Nato è tornata a logiche da guerra fredda
Esteri / Nato, nuova gaffe di Biden: il presidente Usa confonde la Svezia con la Svizzera