Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 21:47
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Ecosia, il motore di ricerca che pianta alberi

Immagine di copertina

Un motore di ricerca con oltre 3 milioni di utenti attivi per combattere la deforestazione con i guadagni pubblicitari

E se invece di usare Google per le vostre ricerche, utilizzaste un motore di ricerca che vi permetta di contribuire a combattere la deforestazione? La startup di nome Ecosia, ideata nel 2009 a Berlino, è un motore di ricerca alternativo che tramite il suo guadagno pubblicitario pianta alberi per contribuire alla salvaguardia dell’ambiente. 

La tecnologia al servizio dei valori. Il sito ha già 3 milioni di utenti attivi e circa 15 milioni di visite al mese. Fino a oggi ha piantato oltre 6 milioni di alberi nel mondo. Ma come? Ecosia dona l’80 per cento del guadagno pubblicitario a un programma di protezione della foresta pluviale gestito dal Wwf. Tramite le numerose ricerche, sono stati raccolti quasi 3 milioni di euro per la causa. 

Perché alberi?

Secondo la startup berlinese, gli alberi contribuiscono a migliorare il clima, rendendolo più fresco, a frenare il cambiamento climatico e a migliorare la nostra felicità e la qualità della vita. Gli alberi rilasciano ossigeno e ripuliscono l’aria che respiriamo, rendono il suolo più fertile e produttivo, oltre che fornirci cibo salutare e numerosi altri prodotti che possono essere raccolti in maniera sostenibile. 

Tra le aree nella quali Ecosia sta contribuendo al loro rinverdimento ci sono il Burkina Faso, il Perù e il Madagascar. In alcune località, gli abitanti locali dei villaggi sono assunti  per ripiantare alberi nelle foreste. In Madagascar, per esempio, la maggior parte degli alberi piantati sono mangrovie. Questa pianta è in grado di assorbire grandi quantità di carbonio dall’atmosfera. 

Di seguito un video delle attività di rinverdimento del progetto Eden in Madagascar

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

Ti potrebbe interessare
Esteri / Russia, sparatoria all’università di Perm: gli studenti scappano dalle finestre. 8 morti
Esteri / Vince il partito di Putin. Timori su possibili brogli
Esteri / Usa, crisi al confine con il Messico: più di 10mila migranti sotto a un ponte in Texas
Ti potrebbe interessare
Esteri / Russia, sparatoria all’università di Perm: gli studenti scappano dalle finestre. 8 morti
Esteri / Vince il partito di Putin. Timori su possibili brogli
Esteri / Usa, crisi al confine con il Messico: più di 10mila migranti sotto a un ponte in Texas
Esteri / Il Parlamento Ue vuole una legge per contrastare i femminicidi: “È violenza di genere”
Esteri / Papa Francesco: “No vax anche tra i cardinali. Uno è ricoverato. Sì alle unioni civili per gli omosessuali”
Esteri / Instagram danneggia la salute mentale delle adolescenti. Facebook lo sa, ma non fa niente
Esteri / “Il burqa non è nella nostra cultura”: la campagna social delle donne afghane contro i talebani
Ambiente / Mattanza di delfini alle isole Faroe per la tradizionale caccia Grindadrap
Esteri / Israele, morto per Covid il leader dei no vax. Anche dall’ospedale incitava i suoi: “Continuate le proteste”
Esteri / “Dopo l’assalto a Capitol Hill i militari tolsero a Trump l’accesso alle armi nucleari”