Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:10
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Una donna che era stata dichiarata morta si è risvegliata dentro la cella mortuaria

Immagine di copertina
Foto: Fernando Gregory Milan

La donna è stata portata all'obitorio di Carletonville, nella provincia sudafricana di Gauteng, dopo essere stata dichiarata morta dai paramedici, intervenuti in seguito a un incidente stradale verificatosi il 24 giugno 2018

Una donna sudafricana si sta riprendendo in ospedale dopo essere stata scoperta viva mentre si trovava in un frigorifero mortuario.

La donna è stata portata all’obitorio di Carletonville, nella provincia di Gauteng, dopo essere stata dichiarata morta dai paramedici, intervenuti in seguito a un incidente stradale verificatosi il 24 giugno 2018.

Secondo quanto riportato dal sito di informazione del Sudafrica TimesLive, la società di ambulanze che è intervenuta sul luogo dell’incidente, di nome Distress Alert, ha riferito che, al momento in cui la donna è stata soccorsa, questa non avrebbe mostrato “nessuna forma di vita”.

Ma quando un addetto dell’obitorio è andato a controllare il corpo nel frigorifero, si è accorto che la donna stava ancora respirando.

Un funzionario dell’ospedale ha confermato alla BBC che la donna, di cui non è stato reso noto il nome, è stata ricoverata in ospedale.

È in corso un’indagine per fare chiarezza sulla natura e sulle cause dell’incidente. Intanto Gerrit Bradnick, responsabile delle operazioni di emergenza, ha affermato che non ci sono “prove di negligenza” da parte degli operatori di soccorso.

Bradnick ha detto che i paramedici hanno seguito tutti i protocolli per accertare il decesso, compresi l’ascolto dei battiti del polso e del respiro.

“Le attrezzature utilizzate non mostravano alcuna presenza di vita nella donna”, ha detto.

Poi ha aggiunto che l’errore “non è dovuto al fatto che i nostri paramedici non sono adeguatamente formati”.

Non si tratta della prima volta quest’anno che qualcuno si è svegliato in un obitorio dopo essere stato dichiarato morto.

A gennaio un detenuto di una prigione nella regione delle Asturie, in Spagna, ha ripreso conoscenza poche ore prima che i medici legali effettuassero la sua autopsia.

In quel caso ben tre medici ne avevano dichiarato il decesso.

Leggi anche: Ritratti di persone prima e dopo la morte

Ti potrebbe interessare
Esteri / Covid, il Regno Unito verso la terza dose agli over 18 dopo tre mesi dalla seconda
Esteri / Cina, Xi Jinping promette 1 miliardo in più di dosi all’Africa
Esteri / Regno Unito, 61 persone bloccate in un pub sommerso dalla neve: “Per fortuna abbiamo molta birra” | VIDEO
Ti potrebbe interessare
Esteri / Covid, il Regno Unito verso la terza dose agli over 18 dopo tre mesi dalla seconda
Esteri / Cina, Xi Jinping promette 1 miliardo in più di dosi all’Africa
Esteri / Regno Unito, 61 persone bloccate in un pub sommerso dalla neve: “Per fortuna abbiamo molta birra” | VIDEO
Cronaca / Variante Omicron, l’Oms: “Rischio elevato, possibili gravi conseguenze”
Esteri / Repubblica Ceca, la nomina del nuovo primo ministro è a prova di Covid | VIDEO
Esteri / Disney+ sbarca a Hong Kong, la censura elimina l’episodio dei Simpson su Piazza Tiananmen
Esteri / Il business del plasma: quanto guadagnano gli Usa dal sangue dei più poveri
Esteri / Inchiesta “Oro liquido”: il prezzo del commercio di sangue nell’America degli ultimi
Esteri / Vietato dire Natale: le linee guida per la “comunicazione inclusiva” dell’Ue
Esteri / Il nuovo capo dell’Interpol è Ahmed Naser al-Raisi, un generale accusato di torture e arresti arbitrari