Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Covid: torna il coprifuoco a Barcellona. La Catalogna è una delle regioni più colpite d’Europa

Immagine di copertina
La Rambla di Barcellona dopo l'imposizione del coprifuoco il 25 ottobre 2020, rimosso sei mesi dopo con la fine dello stato d'emergenza. Credit: EPA/ENRIC FONTCUBERTA

Covid: torna il coprifuoco a Barcellona. La Catalogna è una delle regioni più colpite d’Europa

A Barcellona tornerà il coprifuoco da stanotte, a due mesi dalla fine dello stato d’emergenza in Spagna. Lo ha autorizzato la corte suprema della Catalogna, accogliendo la richiesta del governo catalano di reintrodurre il coprifuoco fino dall’una alle 6 di mattina in 161 centri della regione, a partire da stanotte.

La decisione della Catalogna, una delle aree più colpite in Europa dal recente aumento dei contagi dovuto alla variante Delta, segue quella presa dalla regione di Valencia, che questa settimana ha ottenuto l’autorizzazione per reintrodurre il coprifuoco in 32 comuni. Oggi anche la regione di Navarra ha dichiarato che intende chiedere il via libera della magistratura per imporre il coprifuoco, seguendo quella della Cantabria. Negli scorsi giorni la richiesta delle Isole Canarie è stata respinta dal tribunale. La Generalitat della Catalogna ha già limitato gli assembramenti a un massimo di 10 persone e vietato tutti gli assembramenti pubblici dopo la mezzanotte e mezza.

Il coprifuoco sarà applicato in tutti i centri della comunità autonoma con più di 5.000 abitanti e un’incidenza di oltre 400 nuovi casi ogni 100 mila abitanti negli ultimi 14 giorni. Oltre a Barcellona, saranno soggette alla misura anche popolari destinazioni turistiche come Lloret de Mar, Sitges e Salou. Negli ultimi 14 giorni, in Catalogna sono stati registrati più di 1.000 casi per 100.000 abitanti, con il doppio dei casi totali rispetto alla media della Spagna. A Barcellona l’incidenza è di 1.145,7 casi per 100.000 abitanti.

Il coprifuoco era già stato rimosso lo scorso 9 maggio, con la fine dello stato d’emergenza imposto in tutta la Spagna a ottobre 2020.

In Spagna il numero di casi è quintuplicato nelle ultime due settimane, con 27.688 casi riportati ieri, mentre per la prima volta da febbraio l’incidenza ha superato la soglia dei 500 casi ogni 100.000 abitanti negli ultimi 14 giorni.
Ti potrebbe interessare
Esteri / Il canale della morte: il fotoreportage sulla strage nella Manica su TPI
Esteri / Papa Francesco: “La morte va accolta, non somministrata”
Esteri / Studente italiano ucciso a New York, ferito anche un altro connazionale. Arrestato l'aggressore
Ti potrebbe interessare
Esteri / Il canale della morte: il fotoreportage sulla strage nella Manica su TPI
Esteri / Papa Francesco: “La morte va accolta, non somministrata”
Esteri / Studente italiano ucciso a New York, ferito anche un altro connazionale. Arrestato l'aggressore
Esteri / L’addio commosso di Angela Merkel: “Grazie per la fiducia”
Esteri / Copenaghen, 31 persone trascorrono la notte nel negozio Ikea isolato dalla neve
Esteri / Un quiz per scoprire quanto ne sai sull’Hiv (e smontare le false credenze)
Esteri / India, i bambini muoiono per lo smog. Un decesso su dieci sotto i cinque anni è per l’inquinamento
Esteri / Dalla Francia a Israele: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Grecia, da gennaio obbligo vaccinale per gli over 60: multe di 100 euro al mese per i trasgressori
Esteri / Variante, in Nigeria Omicron presente già a ottobre