Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 10:28
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Covid, l’Onu lancia l’allarme per l’aumento vertiginoso dei contagi in Libia

Immagine di copertina
Credit: EPA/SABRI ELMHEDWI/ANSA

L’Onu è “allarmata per la rapida diffusione” della Covid-19 in Libia, dove si è verificato “un aumento dei contagi pari al 270 per cento nell’ovest, al 480 per cento nel sud e al 50 per cento nell’est del Paese”. La denuncia arriva dal Fondo delle Nazioni Unite per l’Infanzia (Unicef), secondo cui il dato reale potrebbe essere molto più alto di quanto registrato, a causa di una grave carenza dei servizi sanitari e dell’impossibilità di effettuare i test.

Secondo i dati ufficiali del Centro nazionale per il controllo delle malattie (NCDC), finora nel Paese nordafricano sono stati segnalati oltre 221.495 casi di Covid, di cui 6.061 registrati domenica 18 luglio, segnando il picco giornaliero dei contagi dall’inizio della pandemia.

“Siamo allarmati per la rapida diffusione del virus nel Paese”, ha affermato il rappresentante speciale dell’Unicef ​​in Libia, Abdul Kadir Musse. “Il tasso di vaccinazione è molto basso e la diffusione è rapida. Dobbiamo essere più veloci nella nostra risposta. La cosa più importante che possiamo fare per fermare la diffusione della Covid-19 e le varianti è garantire che tutti coloro che ne hanno diritto vengano vaccinati. I Paesi con un’elevata copertura di due dosi di vaccini sono stati in grado di ridurre drasticamente il tasso di ospedalizzazione e decessi. Abbiamo anche bisogno di seguire e rispettare le misure preventive”.

Inoltre, le Nazioni Unite sospettano tra i ceppi virali in circolazione a livello locale sia presente anche la variante Delta. Il nuovo ceppo – “altamente contagioso” – “persiste nei Paesi vicini e molto probabilmente si trova già in Libia“.

Tuttavia, secondo l’Unicef, è probabile che, nonostante questi “numeri abbastanza terrificanti”, il dato effettivo dei casi di Covid in Libia “sia molto più alto a causa della grave carenza di test e di capacità di analisi di laboratorio”.

Già sconvolto da anni di instabilità e guerra, secondo le Nazioni Unite, “il sistema sanitario libico è oggi ulteriormente messo alla prova dagli elevati tassi di contagio all’interno delle singole comunità e sta lottando per frenare la rapida diffusione del virus e per soddisfare i bisogni della popolazione”.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Gaza: oltre 34.180 morti dal 7 ottobre. Sorge una tendopoli a Khan Younis. Libano, media: "Raid dell'Idf vicino a Tiro, 1 morto". Iran, il ministro degli Esteri: "Sanzioni Ue deplorevoli. L'attacco a Israele è stata legittima difesa"
Esteri / Gaza, caso Hind Rajab: “Uccisi anche i due paramedici inviati a salvarla”
Esteri / Suoni di donne e bambini che piangono e chiedono aiuto: ecco la nuova “tattica” di Israele per far uscire i palestinesi allo scoperto e colpirli con i droni
Ti potrebbe interessare
Esteri / Gaza: oltre 34.180 morti dal 7 ottobre. Sorge una tendopoli a Khan Younis. Libano, media: "Raid dell'Idf vicino a Tiro, 1 morto". Iran, il ministro degli Esteri: "Sanzioni Ue deplorevoli. L'attacco a Israele è stata legittima difesa"
Esteri / Gaza, caso Hind Rajab: “Uccisi anche i due paramedici inviati a salvarla”
Esteri / Suoni di donne e bambini che piangono e chiedono aiuto: ecco la nuova “tattica” di Israele per far uscire i palestinesi allo scoperto e colpirli con i droni
Esteri / Francia, colpi d'arma da fuoco contro il vincitore di "The Voice 2014": è ferito
Esteri / Gaza, al-Jazeera: "Recuperati 73 corpi da altre tre fosse comuni a Khan Younis". Oic denuncia "crimini contro l'umanità". Borrell: "Israele non attacchi Rafah: provocherebbe 1 milione di morti". Macron chiede a Netanyahu "un cessate il fuoco immediato e duraturo". Erdogan: "Evitare escalation". Usa: "Nessuna sanzione per unità Idf, solo divieto di ricevere aiuti"
Esteri / Raid di Israele su Rafah: ventidue morti tra i quali nove bambini
Esteri / Influenza aviaria, la preoccupazione dell’Oms per la trasmissione tra umani
Esteri / Media: “Hamas valuta l’ipotesi di lasciare il Qatar”. Bombardata in Iraq una base filo-iraniana
Esteri / Israele ha lanciato un attacco contro l’Iran: colpita una base militare a Isfahan. Media: “Teheran non pianifica una ritorsione immediata”. Blinken: "Usa non coinvolti"
Esteri / Germania, arrestate due spie russe che preparavano sabotaggi