Covid ultime 24h
casi +23.232
deceduti +853
tamponi +188.659
terapie intensive +6

Coronavirus, ultime notizie dal mondo. Danimarca, variante virus nei visoni probabilmente debellata. Oms: “In Europa un morto ogni 17 secondi”

Di Anton Filippo Ferrari
Pubblicato il 19 Nov. 2020 alle 07:46 Aggiornato il 19 Nov. 2020 alle 20:51
0
Immagine di copertina

Coronavirus, ultime notizie dal mondo: tutte le news in tempo reale

CORONAVIRUS, ULTIME NOTIZIE DAL MONDO – Sono oltre 54 milioni i casi di Coronavirus (Covid 19) accertati finora nel mondo, a fronte di più di 1,3 milioni di morti. Qui le ultime notizie sul Covid in Italia. Di seguito le notizie dal mondo sul Coronavirus di oggi, giovedì 19 novembre 2020, aggiornate in tempo reale.

Ore 20 – Francia, altri 21.150 contagi e 436 morti negli ospedali – In Francia il numero dei contagi è stato di 21.150  che porta il totale a 2.086.288 casi confermati dall’inizio dell’epidemia. Il tasso di positività è del 15,5%. In ospedale altri 436 morti per un totale di 47.127 persone decedute da primavera a oggi.

Ore 19 – Spagna, altri 16.233 positivi e 252 morti – La Spagna ha accertato altri 16.233 positivi al coronavirus e 252 morti. Il totale delle vittime dall’inizio della pandemia sale a 42.291 persone. Il totale dei contagi è 1.541.574 persone.

Ore 18 – FORTE ALLERTA IN GIAPPONE Dopo che mercoledì ha registrato un numero record di contagi da coronavirus, oltre 2mila: lo ha confermato il premier Yoshihide Suga. Crescono i contagi anche nella capitale giapponese Tokyo.

Ore 17,30 – IN TURCHIA RICHIUDONO LE SCUOLE; PRENOTATO VACCINO CINESE Marcia indietro del governo sulla riapertura delle scuole, che da domani tornano all’insegnamento a distanza. Turchia, contagi e morti in continuo aumento. Continua la crescita dei casi: oggi sono stati registrati 123 decessi e 4.542 pazienti trovati positivi con i sintomi del virus. Quasi 17 milioni il numero totale di tamponi, più di 147 mila quelli effettuati nelle ultime 24 ore. La Turchia ha annunciato l’acquisto di 20 milioni di dosi del vaccino prodotto dalla società cinese Sinovac Biotech; ma è anche in trattativa per acquistare il vaccino di Pfizer/BioNTech.

Ore 16,30 – VACCINO ASTRA ZENECA EFFICACE SU ANZIANI – Un’altra buona notizia sul fronte dei vaccini: quello contro il Covid-19 sviluppato dalla società AstraZeneca in collaborazione con l’Università di Oxford produce una “forte risposta immunitaria negli anziani”, secondo quanto risulta dai primi studi pubblicati sulla rivista medica The Lancet.

Ore 16 – AUTOCERTIFICAZIONE PER CHI ENTRA ED ESCE DALL’AUSTRIA – I movimenti da e per l’Austria devono essere motivati e per spostarsi è obbligatoria l’autocertificazione. Lo rende noto l’Ufficio comune dell’Euregio, la regione alpina della quale fanno parte Alto Adige, Trentino e Tirolo. L’arrivo e la partenza dall’Alto Adige, che è zona rossa, sono al momento consentiti solo per ragioni precise: necessità e di urgenza, ovvero motivi di lavoro, di studio e salute. In questi casi sarà necessario documentare il motivo con l’autocertificazione ed esibirla in caso di controlli.

Ore 14,30 – Fmi: “Ripresa rallenta, la crisi lascerà ferite profonde” – Dopo il rimbalzo superiore alle attese  registrato nel terzo trimestre, “ci sono segnali che la ripresa sta perdendo ritmo”, frenata dalla seconda ondata della pandemia di Covid. L’analisi è contenuta nella “Nota di sorveglianza” messa a punto dal Fondo monetario internazionale in vista del vertice del G20 in programma sabato e domenica prossimi. “La crisi”, avverte l’istituto di Washington, “lascerà cicatrici profonde”, con il Pil mondiale destinato a contrarsi del 4,4% quest’anno e “ad assistere una ripresa incerta e parziale il prossimo”, pari al 5,2%. Il virus, sottolinea il Fondo, “ha ucciso oltre un milione di persone e ne ha lasciate decine di milioni senza lavoro, specialmente tra i lavoratori meno qualificati, le donne e i giovani. Con i tassi di infezione ancora alti in molte parti del mondo, il distanziamento sociale continua a frenare il settore dei servizi. Inoltre, la persistente sotto occupazione e le chiusure delle scuole stanno indebolendo il capitale umano, mentre le bancarotte erodono il know how e la produttività”.

Ore 12,30 – Danimarca, variante virus nei visoni probabilmente debellata – Una versione mutata del nuovo coronavirus rilevata nei visoni danesi, che aveva sollevato preoccupazioni sull’efficacia di un futuro vaccino, è stata probabilmente debellata. Lo ha reso noto il ministero della Salute danese. “Non ci sono stati nuovi casi di mutazione del visone ‘Cluster 5’ dal 15 settembre, il che ha portato l’autorità per le malattie infettive a concludere che molto probabilmente questa variante sia stata sradicata”, ha dichiarato il ministero in un comunicato. Nei giorni scorsi il governo danese ha ordinato l’abbattimento di tutti i circa 17 milioni di visoni del Paese nel tentativo di fermare la diffusione della nuova variante del Covid.

Ore 11,30 – Germania: “Non abbiamo ancora scollinato ma siamo sulla buona strada” – E’ ancora “molto grave” l’evoluzione dei contagi da coronavirus in Germania, che “non ha ancora  E’ quanto afferma Lothar Wieler, il presidente del Robert Koch Institut (Rki), il centro epidemiologico tedesco, secondo i cui dati sono 22.609 le nuove infezioni nelle 24 ore, ossia oltre 5000 più del giorno precedente, con 251 decessi, ma in linea con i dati di una settimana fa. E’ vero, così Wieler, che nel complesso il quadro dei contagi sembra “stabilizzarsi”, ma “non sappiamo ancora se si tratti di una svolta, dobbiamo ancora aspettare”. Il capo dell’Rki definisce anche “molto alto” il numero delle vittime, così come risultano ancora in crescita i pazienti in terapia intensiva. “Non abbiamo ancora scollinato”, ha insistito Wieler, “ed è possibile che alcune cliniche arrivino ai loro limiti”. A detta della direttrice dell’unità di crisi del Koch Institut, Ute Rexroth, inoltre, il “lieve” allentamento mostra comunque che la Germania “è sulla strada giusta” e che le misure di contenimento del virus “stanno funzionando”.

Ore 10,30 – Oms: “In Europa 28% casi. Un decesso ogni 17 secondi” – Nelle ultime due settimane, i decessi per Covid-19 sono aumentati del 18%. La scorsa settimana, l’Europa ha registrato oltre 29 mila nuovi decessi per Covid. Ogni 17 secondi muore una persona”. Lo ha dichiarato Hans Kluge, il direttore regionale dell’Oms per l’Europa in un briefing sulla pandemia di coronavirus. “Ora siamo a oltre 15,7 milioni di casi di Covid e quasi 355 mila decessi segnalati, con oltre 4 milioni di casi in più nel solo novembre, nella regione europea dell’Oms. L’Europa rappresenta il 28% dei casi globali e il 26% dei decessi, cumulativamente”, ha spiegato. “Nella regione, oltre l’80% dei Paesi segnala un’incidenza nei 14 giorni elevata (maggiore di 100 per 100 mila abitanti) e quasi un terzo riporta tassi di incidenza molto elevati, superiori a 700 casi per 100 mila abitanti”, ha dichiarato ancora Kluge

Ore 09,10 – UE, Lagarde: “Seconda ondata Covid toccherà severamente l’economia” – “Continuiamo a confrontarci con circostanze gravi, sia dal punto di vista sanitario che economico. Le pandemie sono eventi molto rari e imprevedibili e di conseguenza le prospettive economiche sono caratterizzate da un’elevata incertezza”. Lo dice la presidente della Bce, Christine Lagarde, durante un’audizione al Parlamento europeo. “La sfida principale per i responsabili politici sarà colmare il divario fino a quando i vaccini non saranno in fase avanzata e la ripresa potrà riprendere slancio”, ha aggiunto. “Mentre le ultime notizie sul vaccino sembrano incoraggianti, il recente aumento dei casi di coronavirus e la relativa reimposizione di una serie di misure di contenimento si stanno aggiungendo al già elevato livello di incertezza e rappresentano una seria sfida per l’euro area e l’economia globale”. Lagarde aggiunge che “dopo un rimbalzo forte ma parziale e disomogeneo della crescita del PIL reale nel terzo trimestre, le ultime indagini e gli indicatori ad alta frequenza segnalano che l’attività economica dell’area dell’euro ha perso slancio nel quarto trimestre”. La seconda ondata della pandemia impatterà sull’economia della zona euro, con prospettive al ribasso sulla ripresa a breve termine e peserà in particolare sul settore dei servizi. “La recrudescenza delle infezioni da COVID-19 sta pesando in particolare sull’attività del settore dei servizi – ha detto Lagarde – particolarmente vulnerabile alle misure di distanziamento sociale volontarie e obbligatorie introdotte. L’indice dei responsabili degli acquisti per l’area dell’euro mostra che mentre la produzione manifatturiera ha continuato a migliorare, l’attività del settore dei servizi si è ulteriormente indebolita in ottobre. Questo impatto disomogeneo è evidente anche nei paesi dell’area dell’euro, con i paesi particolarmente dipendenti dal turismo e dai viaggi più colpiti”, ha aggiunto. Secondo Lagarde “gli investimenti pubblici possono influenzare positivamente la crescita economica nelle circostanze attuali”, inoltre “in tempi di elevata incertezza, gli investimenti pubblici aumentano la fiducia e quindi tendono ad avere un moltiplicatore fiscale più elevato. Aumentando la fiducia, è probabile che una spinta agli investimenti pubblici stimoli anche gli investimenti delle parti interessate private”. Gli investimenti pubblici e le riforme, soprattutto se orientate verso sfide a medio e lungo termine come la sostenibilità ambientale e la digitalizzazione, possono costituire un ponte verso una ripresa di successo e inclusiva. Le due cose insieme dovrebbero plasmare il futuro delle nostre economie e garantire che si adattino alla “nuova normalità” che si materializzerà una volta che il picco della pandemia sarà finito”. Per questo motivo, ha concluso, è urgente che il pacchetto Next Generation Eu veda la luce “senza ritardi”.

Ore 08,30 – Vaccino AstraZeneca produce “forte risposta immunitaria negli anziani” – Il vaccino contro il Covid-19 sviluppato dalla società AstraZeneca in collaborazione con l’Università di Oxford produce una “forte risposta immunitaria negli anziani”. E’ quanto risulta dai dati dei primi studi pubblicati sulla rivista medica The Lancet. I risultati della fase uno e della fase due suggeriscono che uno dei gruppi più a rischio di morte o malattia grave da Covid-19 sia in grado di costruire l’immunità. Circa 560 volontari adulti sani hanno preso parte ai test di fase due, in cui sono state somministrate due dosi del candidato vaccino, o un placebo. Non sono stati segnalati effetti collaterali gravi, si legge nella relazione.

Ore 07,40 – Usa, record di casi nell’Esercito – Record di contagi nell’Esercito americano: nelle ultime ventiquattr’ore si sono registrati 1.314 nuovi casi di Covid-19. Lo riporta il dipartimento della Difesa. Al momento sono 25mila gli appartenenti all’Esercito che risultano ancora contagiati, mentre 44.390 sono guariti. Secondo il Pentagono, il numero di soldati risultati positivi al virus è cresciuto nelle ultime settimane fino a toccare il 6,8 per cento dei testati.

Ore 07,15 – Primo caso alle Isole Samoa – Le Isole Samoa hanno annunciato il loro primo caso di positività al Covid-19: è quello di un uomo arrivato venerdì scorso in aereo da Auckland. Finora le Samoa erano riuscite a impedire la diffusione dell’epidemia chiudendo i loro confini a fronte di enormi perdite subite dall’industria del turismo. Il primo ministro Tuilaepa Sailele Malielegaoi ha detto che il governo deciderà nelle prossime ore se saranno adottate restrizioni per la popolazione.

Ore 07,00 – Giappone, “massima allerta” dopo numero record di casi – Il Giappone è in “stato di massima allerta” dopo aver registrato un numero record di contagi da coronavirus in 24 ore. Lo ha annunciato il primo ministro Yoshihide Suga, anche se non ha previsto al momento nuove restrizioni. Più di 2mila nuovi casi positivi al Covid-19 sono stati rilevati ieri nel paese, di cui quasi 500 a Tokyo.

Ore 06,00 – Usa, 250mila morti. Fauci: “Verso direzione errata” – Anthony Fauci, l’immunologo massimo esperto in Usa di malattie infettive, si dice molto preoccupato per la crescita vertiginosa di morti e contagi causati dal Covid in Usa. Gli Stati Uniti sono il Paese con il più alto numero di morti e contagi: 250 mila vittime e 11,5 milioni di casi (dati Johns Hopkins University). Il Paese “sta andando nella direzione sbagliato” anche perchè si va verso l’inverno quando le famiglie si rinchiudono nelle case (tra l’altro, a giorni, in Usa, cade il Thanksgiving, occasione in cui le famiglie si ritrovano con parenti e amici). “Quando si vede un massiccio aumento dei casi quale quello attuale, in un momento in cui le persone, in numero sempre maggiore, fanno cose al chiuso, è una situazione molto difficile”. Fauci, intervistato dalla Bbc, ha ripetuto il suo invito a “raddoppiare” le misure sanitarie precauzionali (mascherine, distanziamento, niente grandi raduni). “Sembrano cose così semplici e sappiamo che possono funzionare. Ma c’è un certo grado di stanchezza da Covid e le persone sono sfinite da queste restrizioni”. Devono resistere “ancora po’” però perchè “sta arrivando l’aiuto” dai vaccini.

CORONAVIRUS, ULTIME NOTIZIE DAL MONDO: COSA È SUCCESSO IERI

Rapida risposta immunitaria da vaccino cinese, lo studio – Coronavac, il vaccino contro il Covid-19 basato sul virus inattivato sviluppato dal gruppo farmaceutico cinese Sinovac, produce una risposta immunitaria rapida, ma il livello anticorpi che produce è inferiore a quello di persone che hanno superato la malattia. Sono i risultati preliminari fondati sulle prime due fasi di test clinici in Cina, con oltre 700 partecipanti, pubblicati sulla rivista The Lancet Infectious Diseases. “Le nostre conclusioni dimostrano che il Coronavac è in grado di indurre una rapida risposta di anticorpi nelle quattro settimane dall’immunizzazione, con due dosi vaccino a 14 giorni di intervallo”, secondo Zhu Fengcai, uno degli autori dello studio, secondo cui questo risultato rende il vaccino idoneo all’uso di emergenza.

Coronavirus, ultime notizie – Oms: “Da Italia sforzi instancabili in difesa cittadini” – “Grazie a Roberto Fico per i colloqui di oggi sul Covid-19, per gli instancabili sforzi dell’Italia nel proteggere i suoi cittadini e per il potere della collaborazione”. Lo scrive sul suo profilo Twitter il direttore generale dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus.

In North Dakota record mondiale di mortalità – Il North Dakota, negli Usa, vanta il più alto tasso di mortalità per Covid-19 del mondo, secondo un rapporto della Federation of American Scientists. Dall’analisi emerge un tasso di 18,2 morti per ogni milione. Nel South Dakota, i morti sono 17,4 per milione, il terzo peggiore del mondo, dopo North Dakota e Repubblica Ceca. Secondo le proiezioni dell’Institute for health Metrics and Evaluation della University of Washington, se il trend continuerà nei due Stati Usa che non arrivano, insieme, a due milioni di abitanti, si rischia di superare i 3 mila morti.

Leggi anche: 1. Esclusivo TPI – Inchiesta tamponi falsi Campania, parte 2. Parla il principale indagato: “La Asl Napoli 3 sapeva, ho fatto test per loro. Ho le fatture che lo dimostrano” /  2. Esclusivo: Cotticelli a TPI: “Davo fastidio alla massoneria. Volevano eliminarmi, non potendo uccidermi mi hanno screditato” / 3. Covid, l’annuncio di Pfizer: “Vaccino efficace al 90%, 15-20 milioni di dosi in arrivo entro l’anno” / 4. Liguria, Umbria, Abruzzo, Toscana e Basilicata passano alla zona arancione

5. L’Ordine dei medici della Liguria: “Lockdown subito a Genova, è già tardi. I posti letto stanno finendo” / 6. Per gestire la Sanità della Calabria ora si fa il nome di Gino Strada / 7. Usa, il piano anti-Covid di Biden: “Proteggeremo le minoranze, indossate la mascherina” / 8. L’assurdo suicidio di Napoli tra Covid e movida. I medici a TPI: “A breve non potremo curare tutti”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.